Questo sito utilizza cookies, propri e di terze parti, necessari per il funzionamento dello stesso, per scopi statistici e per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente

Chiudendo questo banner, proseguendo nella navigazione o cliccando su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo
 

Redazione

Redazione

4/2012

agosto-settembre 2012

La Pesca Mosca e Spinning 4/2012Sommario
Visualizzalo in formato PDF

ATTUALITA' MOSCA E SPINNING

EFFTEX 2012. Sempre più artificiali

di Alfio E. Quattrocchi

ATTUALITA' SPINNING

Shimano 2012-2013

di Antonio Varcasia

TECNICA MOSCA

Dieci mosche per il fine estate

di Claudio Carrara

«Lo sguardo indagatore nella scatola, alla ricerca di cosa legare al finale, è sempre un momento delicato, denso di dubbi e incertezze, specie quando i riferimenti proposti dalle acque sono scarsi o fuorvianti».

TECNICA SPINNING MARE

Gli incontri del Blue Water. Tombarello, alletterato, tonno rosso, palamita

di Francesco Paolini

La ricerca di questi pelagici del Mediterraneo ha molti aspetti comuni, relativi alle mangianze e al modo di affrontarle. Diverso è invece l’approccio e il combattimento con ogni specie, in ragione delle diverse dimensioni e delle differenti abitudini.

COSTRUZIONE MOSCA

Candy Nymph

di Fabio Federighi

Ecco delle autentiche chicchine: delle piccole ninfe piuttosto pesanti grazie alle tear drop e belle lucide per scendere giù con facilità, grazie anche al loro corpicino sfilato. Un montaggio con corpo in moose mane e sei variazioni sul tema, con materiali diversi.

ITINERARIO BASSFISHING

Terre selvagge - prima parte

di Max Mughini

Max torna in una delle sue terre preferite, la Sardegna, e scopre delle zone incredibili, una a sud e una a nord dell’isola. In questa prima parte si trova a sud, impegnato con due tipologie di ambienti molto diversi fra loro. Come sempre in questa regione un ruolo fondamentale nell’esperienza è giocato dalla componente umana delle persone conosciute. Ma anche i bass non scherzano...

ITINERARIO MOSCA

Rock Fly Fishing. Pesca a mosca del pollock

di Luca Montanari

Ne avevamo parlato qualche tempo fa con Antonio Varcasia in relazione allo spinning, torniamo sull’argomento, affascinante, con le mosche di Luca e con la sua voglia di confrontarsi con un ambiente così impervio e con un avversario così interessante.

TECNICA SPINNING MARE

Light Rock Fishing

di Stefano Corsi

Eccoci arrivati a parlare di canne e mulinelli per questa nuova tecnica. Esistono ormai modelli dedicati e specialmente in materia di canne se ne apprezza facilmente l’utilità. Vengono qui descritte le caratteristiche fondamentali che occorre ricercare e le componenti di cui avere consapevolezza.

TECNICA MOSCA MARE

Elogio della spigola

di Marco Sammicheli

L’elogio di Marco non è un generico riconoscimento dei numerosi pregi che la spigola può avere agli occhi del pescatore, ma un invito a considerarla, provocatoriamente rispetto alla tradizione, come il principale pesce da mosca italiano. Il ragionamento è stringente e potrebbe convincere più di qualche lettore incuriosito.

TECNICA SPINNING - SULL'ACQUA

A trote nei torrenti collinari

di Fabrizio Cerboni

La serie «Sull’acqua», pensata e voluta dal suo autore come risposta dal forte valore didattico alle numerose domande che riceveva sul fiume o sulle pagine della rivista, approda alla pesca nei torrenti collinari e ai suoi salmonidi. Otto fotografie per altrettante situazioni naturali e di pesca.

ENTOMOLOGIA E COSTRUZIONE

Leptophlebia vespertina

di Federico Renzi

Mancava, L. vespertina, e forse mancava ancora qualcosa, ma con questo numero termina la serie di «Entomologa e costruzione». Dal prossimo non proporremo più imitazioni di insetti in questa serie, ma, mantenendo per il resto la sua struttura e soprattutto il ‘dialogo’ con i lettori, parleremo di imitazioni di pesci preda e ci occuperemo quindi anche di mosche per il mare.

TECNICA SPINNING MARE

Tunamania

di Alessandro Massari

È la febbre del momento, e abbiamo deciso di continuare a occuparci del tema anche in questo numero, prima con l’articolo di Francesco Paolini, ora con questo intervento specifico di Alessandro, che riepiloga la situazione e propone come sempre tecniche, esche e catture di notevole impatto.

TECNICA MOSCA

Deflusso minimo vitale

di Ivano Mongatti

Il DMV ha una gestione anche molto diversa a seconda delle diverse normative statali e, in Italia, regionali. L’autore tenta un bilancio della situazione e propone alcune linee di riflessione.

ITINERARIO SPINNING

Cuba a spinning e a vertical

di Giorgio Montagna

Questa volta Giorgio, a Cuba, non è tornato nei suoi amati canali di mangrovie, ma ha pescato in ambienti diversi: a spinning da alcuni ponti sul famoso condotto costruito presso Cayo Santa Maria e dalla barca in alcune uscite di vertical jigging. Esperienze entrambe positive, come documentato nelle immagini.

TECNICA MOSCA

Alien Fly, scontro finale - terza parte

di Mauro Borselli

Eccoci finalmente alla tanto attesa esca predisposta da Mauro per il siluro. Ancora una volta con molte assonanze con lo spinning, frutto di un’elaborazione cominciata più di venticinqu’anni fa e risoltasi grazie a nuove esperienze e a instancabili osservazioni sul campo.

Brevissimo e divertentissimo trailer del prossimo video di Angelo Piller e articolo di Mauro Borselli

2/2015

aprile-maggio 2015

La Pesca Mosca e Spinning 2/2015Sommario
Visualizzalo in formato PDF

TECNICA SPINNING MARE 

Atlantic Trips

di Francesco Paolini

Dopo diverse esperienze alle Canarie e alle Azzorre insieme a un appassionato e affiatato gruppo di amici, Francesco fa il punto su tutto quel che è necessario sapere per pianificare e intraprendere un viaggio in queste mete atlantiche, dall’approccio psicologico alle attrezzature.

 TECNICA MOSCA 

Il luccio a mosca 

di Claudio Carrara

Torna anche in questo numero il tema della pesca dell’esocide a mosca, con una particolare attenzione per gli ambienti e le strategie da mettere in atto nei diversi periodi stagionali. Non mancano ovviamente le considerazioni sul lancio e su alcuni dettagli dell’attrezzatura.

 TECNICA SPINNING 

Swallow crank

di Luca Dal Cer

I crank galleggianti coprono una profondità che arriva più o meno al metro, per cui rappresentano l’esca ideale per sondare le zone di acqua bassa nei pressi di flat ricche di vegetazione, ambienti che si trovano spesso in piccoli stagni o in ex cave di estrazione.

 ITINERARIO MOSCA 

La valle dello Scesta

di Adriano Piazzesi

«Cronaca di una giornata di altri tempi» definisce l’autore il racconto di pesca proposto in questo articolo: una giornata vissuta in solitaria con la propria canna e pochi artificiali in un ambiente carico di storia, di cultura e di infinite suggestioni provenienti dal torrente e dalla sua valle.

 TECNICA SPINNING 

Il rapporto di recupero nei mulinelli da casting

di Fabrizio Cerboni

Dopo la prima parte sul mulinello da spinning, questa è la conclusione del discorso tecnico intrapreso sullo scorso numero. Fabrizio illustra le sue esperienze con bass e luccio, ma anche con il persico reale e la trota.

 COSTRUZIONE MOSCA 

Javi minnow

di Fabio Federighi

Ecco degli streamer di taglia ridotta – adatti ad ambienti ristretti, dove si pesca corto o medio-corto –, poco invasivi ma pesanti, che tagliano velocemente la colonna d’acqua e il flusso, ma capaci di movimento e attrattiva nei rapidi e veloci richiami, e dotati comunque di vitalità e pulsazioni.

 ITINERARIO STREET FISHING 

Street fishing in Holland

di T2 Tribe

L’avventura olandese di un gruppo di amici, nata dalla partecipazione alla gara di street fishing del World Predator Classic: un’intera giornata tutti contro tutti tra le strade, i porti, le chiuse nei canali di una città olandese alla ricerca di molteplici specie di predatori.

 ITINERARIO MOSCA 

Il pallino del Cornino

di Fabio Bocci

Questo articolo è il vincitore del Contest «Il tuo itinerario», lanciato sul n. 5/2014 della rivista, per la sezione mosca. L’autore si è aggiudicato la canna G.Loomis PRO4X 9 piedi per coda 5 ET messa in palio da Shimano Italia, sponsor dell’iniziativa. Attenzione: l'autore segnala l'avvenuto cambiamento dei numeri telefonici di riferimento rispetto a quelli indicati nell'articolo: informazioni al numero 392/6670810, servizio vigilanza al numero 392/6673372.

 TECNICA SPINNING 

Channel catfish

di Giorgio Montagna

A lungo insidiato dai soli appassionati della pesca a fondo, il channel sta riscuotendo l’interesse di molti lanciatori che frequentano cave e impianti privati, alternando esche siliconiche innescate su amo piombato a minnow superaffondanti per cercarlo nei pressi del fondo.

 TECNICA MOSCA 

Alligator gar

di Paolo Pacchiarini

Il resoconto di un bel viaggio nella terra del blues, il delta del Mississippi, fra le cui numerose lagune Paolo ha potuto confrontarsi con successo con un pesce per lui nuovo, dalla bocca particolarmente dura, che richiede un approccio molto tecnico. 

 ITINERARIO SPINNING MARE 

Calabria: l’area dello Stretto

di Paolo Polimeni

Vengono qui descritti gli spot praticabili a spinning nei 30 km – punto d’incontro tra il Mar Ionio e il Mar Tirreno – che separano Villa San Giovanni, affacciata di fatto sulla vicina Messina, da Pellaro, cittadina collocata a sud dell’hinterland reggino.

 COSTRUZIONE MOSCA 

Pernice

di Ivano Mongatti

Seconda puntata della nuova serie di articoli sulla costruzione, relativi ai diversi materiali. Le varie penne e piume impiegabili, le mosche più o meno ‘storiche’, le tecniche di impiego, l’utilizzo nelle mosche da caccia. Il contest è stato vinto dalla March Brown di Luca Barosselli.

 AUTOCOSTRUZIONE 

Rotante tandem

di Moreno Bartoli

Secondo articolo anche per la nuova serie di autocostruzione, questa volta dedicato a un arificiale abbastanza desueto, ma sempre in grado di regalare belle catture, nelle misure più piccole come in quelle pensate per il luccio, delle quali Moreno fornisce un esempio.

Grazie per aver effettuato il pagamento
ed esserti abbonato a «La Pesca Mosca e Spinning».

 La transazione è stata completata
e una ricevuta dell'acquisto
è stata inviata al tuo indirizzo email.

Per visualizzare i dettagli della transazione,
effettua l'accesso al tuo conto all'indirizzo
www.paypal.com/it.

L'abbonamento decorre dal primo numero utile
a partire dalla data di pagamento.

Per ogni informazione:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il trattamento dei dati personali è effettuato ai sensi del D.Lgs 196/03 "Codice in materia di protezione dei dati personal" di cui si riportano gli articoli:

Art. 7. Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti

1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

3. L'interessato ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

Art. 8. Esercizio dei diritti

1. I diritti di cui all'articolo 7 sono esercitati con richiesta rivolta senza formalità al titolare o al responsabile, anche per il tramite di un incaricato, alla quale è fornito idoneo riscontro senza ritardo.

2. I diritti di cui all'articolo 7 non possono essere esercitati con richiesta al titolare o al responsabile o con ricorso ai sensi dell'articolo 145, se i trattamenti di dati personali sono effettuati:
a) in base alle disposizioni del decreto-legge 3 maggio 1991, n. 143, convertito, con modificazioni, dalla legge luglio 1991, n. 197,e successive modificazioni, in materia di riciclaggio;
b) in base alle disposizioni del decreto-legge 31 dicembre 1991,n. 419, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 febbraio 1992,n. 172, e successive modificazioni, in materia di sostegno alle vittime di richieste estorsive;
c) da Commissioni parlamentari d'inchiesta istituite ai sensi dell'articolo 82 della Costituzione;
d) da un soggetto pubblico, diverso dagli enti pubblici economici,in base ad espressa disposizione di legge, per esclusive finalità inerenti alla politica monetaria e valutaria, al sistema dei pagamenti, al controllo degli intermediari e dei mercati creditizi e finanziari, nonchè alla tutela della loro stabilità;
e) ai sensi dell'articolo 24, comma 1, lettera f), limitatamente al periodo durante il quale potrebbe derivarne un pregiudizio effettivo e concreto per lo svolgimento delle investigazioni difensive o per l'esercizio del diritto in sede giudiziaria;
f) da fornitori di servizi di comunicazione elettronica accessibili al pubblico relativamente a comunicazioni telefoniche in entrata, salvo che possa derivarne un pregiudizio effettivo e concreto per lo svolgimento delle investigazioni difensive di cui alla legge 7 dicembre 2000, n. 397;
g) per ragioni di giustizia, presso uffici giudiziari di ogni ordine e grado o il Consiglio superiore della magistratura o altri organi di autogoverno o il Ministero della giustizia;
h) ai sensi dell'articolo 53, fermo restando quanto previsto dalla legge 1 aprile 1981, n. 121.

3. Il Garante, anche su segnalazione dell'interessato, nei casi dicui al comma 2, lettere a), b), d), e) ed f) provvede nei modi di cui agli articoli 157, 158 e 159 e, nei casi di cui alle lettere c), g) ed h) del medesimo comma, provvede nei modi di cui all'articolo 160.

4. L'esercizio dei diritti di cui all'articolo 7, quando non riguarda dati di carattere oggettivo, può avere luogo salvo che concerna la rettificazione o l'integrazione di dati personali di tipo valutativo, relativi a giudizi, opinioni o ad altri apprezzamenti di tipo soggettivo, nonchè l'indicazione di condotte da tenersi o di decisioni in via di assunzione da parte del titolare del trattamento.

Art. 9. Modalità di esercizio

1. La richiesta rivolta al titolare o al responsabile può essere trasmessa anche mediante lettera raccomandata, telefax o posta elettronica. Il Garante può individuare altro idoneo sistema in riferimento a nuove soluzioni tecnologiche. Quando riguarda l'esercizio dei diritti di cui all'articolo 7, commi 1 e 2, la richiesta può essere formulata anche oralmente e in tal caso è annotata sinteticamente a cura dell'incaricato o del responsabile.

2. Nell'esercizio dei diritti di cui all'articolo 7 l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche, enti, associazioni od organismi. L'interessato può, altresì, farsi assistere da una persona di fiducia.

3. I diritti di cui all'articolo 7 riferiti a dati personali concernenti persone decedute possono essere esercitati da chi ha un interesse proprio, o agisce a tutela dell'interessato o per ragioni familiari meritevoli di protezione.

4. L'identità dell'interessato è verificata sulla base di idonei elementi di valutazione, anche mediante atti o documenti disponibili o esibizione o allegazione di copia di un documento di riconoscimento. La persona che agisce per conto dell'interessato esibisce o allega copia della procura, ovvero della delega sottoscritta in presenza di un incaricato o sottoscritta e presentata unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di riconoscimento dell'interessato. Se l'interessato è una persona giuridica, un ente o un'associazione, la richiesta è avanzata dalla persona fisica legittimata in base ai rispettivi statuti od ordinamenti.

5. La richiesta di cui all'articolo 7, commi 1 e 2, è formulata liberamente e senza costrizioni e può essere rinnovata, salva l'esistenza di giustificati motivi, con intervallo non minore di novanta giorni.

Art. 10. Riscontro all'interessato

1. Per garantire l'effettivo esercizio dei diritti di cui all'articolo 7 il titolare del trattamento è tenuto ad adottare idonee misure volte, in particolare:
a) ad agevolare l'accesso ai dati personali da parte dell'interessato, anche attraverso l'impiego di appositi programmi per elaboratore finalizzati ad un'accurata selezione dei dati che riguardano singoli interessati identificati o identificabili;
b) a semplificare le modalità e a ridurre i tempi per il riscontro al richiedente, anche nell'ambito di uffici o servizi preposti alle relazioni con il pubblico.

2. I dati sono estratti a cura del responsabile o degli incaricati e possono essere comunicati al richiedente anche oralmente, ovvero offerti in visione mediante strumenti elettronici, sempre che in tali casi la comprensione dei dati sia agevole, considerata anche la qualità e la quantità delle informazioni. Se vi è richiesta, si provvede alla trasposizione dei dati su supporto cartaceo o informatico, ovvero alla loro trasmissione per via telematica.

3. Salvo che la richiesta sia riferita ad un particolare trattamento o a specifici dati personali o categorie di dati personali, il riscontro all'interessato comprende tutti i dati personali che riguardano l'interessato comunque trattati dal titolare. Se la richiesta è rivolta ad un esercente una professione sanitaria o ad un organismo sanitario si osserva la disposizione di cui all'articolo 84, comma 1.

4. Quando l'estrazione dei dati risulta particolarmente difficoltosa il riscontro alla richiesta dell'interessato può avvenire anche attraverso l'esibizione o la consegna in copia di atti e documenti contenenti i dati personali richiesti.

5. Il diritto di ottenere la comunicazione in forma intelligibile dei dati non riguarda dati personali relativi a terzi, salvo che la scomposizione dei dati trattati o la privazione di alcuni elementi renda incomprensibili i dati personali relativi all'interessato.

6. La comunicazione dei dati è effettuata in forma intelligibile anche attraverso l'utilizzo di una grafia comprensibile. In caso di comunicazione di codici o sigle sono forniti, anche mediante gli incaricati, i parametri per la comprensione del relativo significato.

7. Quando, a seguito della richiesta di cui all'articolo 7, commi1 e 2, lettere a), b) e c) non risulta confermata l'esistenza di dati che riguardano l'interessato, può essere chiesto un contributo spese non eccedente i costi effettivamente sopportati per la ricerca effettuata nel caso specifico.

8. Il contributo di cui al comma 7 non può comunque superare l'importo determinato dal Garante con provvedimento di carattere generale, che può individuarlo forfettariamente in relazione al caso in cui i dati sono trattati con strumenti elettronici e la risposta è fornita oralmente. Con il medesimo provvedimento il Garante può prevedere che il contributo possa essere chiesto quando i dati personali figurano su uno speciale supporto del quale è richiesta specificamente la riproduzione, oppure quando, presso uno o più titolari, si determina un notevole impiego di mezzi in relazione alla complessità o all'entità delle richieste ed è confermata l'esistenza di dati che riguardano l'interessato.

9. Il contributo di cui ai commi 7 e 8 è corrisposto anche mediante versamento postale o bancario, ovvero mediante carta di pagamento o di credito, ove possibile all'atto della ricezione del riscontro e comunque non oltre quindici giorni da tale riscontro.

Art. 11. Modalità del trattamento e requisiti dei dati

1. I dati personali oggetto di trattamento sono:
a) trattati in modo lecito e secondo correttezza;
b) raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento intermini compatibili con tali scopi;
c) esatti e, se necessario, aggiornati;
d) pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
e) conservati in una forma che consenta l'identificazione dell'interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.

2. I dati personali trattati in violazione della disciplina rilevante in materia di trattamento dei dati personali non possono essere utilizzati.