Questo sito utilizza cookies, propri e di terze parti, necessari per il funzionamento dello stesso, per scopi statistici e per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente

Chiudendo questo banner, proseguendo nella navigazione o cliccando su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo


Pescare Show 2018

Solo sorrisi alla Fiera di Vicenza al termine di Pescare Show 2018. Il salone della pesca sportiva e nautica da diporto, firmato Italian Exhibition Group, consegna segnali di ottimismo a una community sempre più giovane, sensibile alle innovazioni tecnologiche, profondamente rispettosa della natura. E i numeri premiano lo sforzo e gli investimenti profusi per consolidare il salone leader in Italia, ora di dimensione europea: oltre 17.000 presenze nelle tre giornate (+14% sul 2017), espositori saliti a quota 220, area espositiva aumentata a 30.000 mq. Di rilievo anche l’incremento sul fronte estero, con una autorevole rappresentanza internazionale e l’aumento totale dei buyer del 25%. Da sottolineare la tendenza all’incremento costante in tutte e tre le giornate, significativamente in quella di lunedì vocata agli operatori. È la fotografia nitida della pesca sportiva e della nautica da diporto, la consacrazione di una tendenza sempre più diffusa che durante il salone di riferimento ha potuto misurare concretamente crescita e solidità.

I contenuti di Pescare Show hanno ruotato intorno questi profili ‘active’: numerosi brand italiani e mondiali hanno scelto la vetrina vicentina per presentare le loro anteprime; le federazioni sportive hanno annunciato le grandi competizioni mondiali in programma nel 2018; le destinazioni di pesca hanno presentato le proposte all’insegna dei servizi di qualità; la nautica da diporto nella sezione Boating Show ha mostrato un volto innovativo e frizzante con la definitiva affermazione del ‘fenomeno wrapping’; tutta l’area dedicata allo shopping ha riscosso un successo senza precedenti. Anche le scelte sul lay out sono state premiate dalle aziende e dal pubblico: successo per il debutto della Fishing Arena, coi suoi contenuti di qualità; straordinaria partecipazione per le aree demo dislocate nei vari padiglioni e nell’ampia area dedicata alla pesca a mosca. Un successo che deriva anche dal positivo coinvolgimento delle principali associazioni di categoria, delle federazioni sportive e delle scuole di pesca, ma anche dei top brand presenti in fiera, che hanno profuso impegno per trasmettere conoscenza ai visitatori. E il popolo della pesca è sempre più folto: sono ormai tre milioni i pescatori, la gran parte al di sotto dei 50 anni; un indotto economico che si stima superi i due miliardi.

Tutti i comunicati stampa di Pescare Show 2018 sono disponibili al link https://www.pescareshow.it/it/informazioni/stampa, mentre il download delle immagini può essere effettuato sul canale Flickr www.flickr.com/photos/vicenzafiera/albums. Su You Tube il video di Pescare Show 2018 al link https://youtu.be/KgoM-U-9JFc.

La prossima edizione è in calendario dal 23 al 25 febbraio 2019.

 

DAILY REPORT PESCARE SHOW 2018: domenica 25 febbraio

VOGLIA DI WRAPPING: A PESCARE SHOW LA PERSONALIZZAZIONE DIVENTA INDUSTRIA
Da tendenza a vero e proprio segmento industriale. Pescare Show 2018 sta segnando il punto di svolta per il wrapping legate alla pesca sportiva e la presenza in fiera di ExtremeWrap sta attirando la curiosità del pubblico. ‘Wrappare’ un’imbarcazione da pesca significa fondamentalmente due cose: proteggerla e personalizzarla. Negli Usa la tecnica nasce a fine anni ’90 ed ora praticamente ogni barca da pesca sportiva è sottoposta a questo trattamento. In Europa la tecnica è molto diffusa in Germania, Austria e Francia, mentre in Italia negli ultimi mesi si assiste ad una vera e propria impennata della domanda. Per ‘wrappare’ una barca si utilizza una pellicola applicata a caldo che per quanto riguarda la protezione è garantita anche a sette anni da screpolature, bolle e durata dei colori. Alla funzione protettiva si aggiunge l’infinita opportunità delle personalizzazioni. Grafiche, colori, loghi… tutto quanto serve a generare identità nei team di pesca e nei pescatori stessi. A Pescare Show il wrapping abbraccia altri segmenti: personalizzazioni di sedili da combattimento, cinture, ma anche motori e interni delle imbarcazioni.

LA TECNOLOGIA AL SERVIZIO DELLA PESCA: DAVIDE SERAFINI E IL JACK SPARROW
A PESCARE SHOW anche l’attesa partecipazione di Davide Serafini, comandante del ‘Jack Sparrow’, un fisherman boat (barca da pesca sportiva) famosa nell'ambito delle competizioni sportive di pesca "big game" (pesca del tonno rosso). Con questa barca Serafini ha partecipato a molte gare in Italia e in Croazia con ottimi risultati. La barca è famosa perché pur essendo piccola (6,5 mt) è dotata di una tecnologia sofisticata e di strumentazioni elettroniche avanzate: ecoscandagli, radar, plotter e sonar. Anche la livrea della barca è molto particolare, essendo wrappata stile arrugginito. Serafini ha raccontato agli appassionati l'uso della strumentazione elettronica per la nautica, appresa dai tecnici Furuno. “La passione mi spinge sempre più a scoprire quel mondo così vicino ma tanto ben nascosto nelle profondità marine – dice Serafini - e gli strumenti mi fanno diventare un vero esploratore, regalandomi sempre qualche nuova scoperta e facendomi vedere qualcosa in più, e più lontano, che magari nessuno ha mai visto prima. Una volta usavo gli strumenti solo come ausilio alla pesca, ora vado a pesca per poter usare gli strumenti”.

PRESENTAZIONE DEL GRUPPO PESCA 4PUNTO0 IN DIFESA DEGLI INTERESSI DELLA PESCA RICREATIVA
A Pescare Show presentazione ufficiale del gruppo Pesca4punto0 nato dalla volontà di rappresentare le istanze dei tanti pescatori che vivono la pesca come un’attività ricreativa legata al tempo libero. Primo obiettivo del gruppo è proporre, in un eventuale disegno di legge nazionale, una diversa gestione delle acque in grado di coinvolgere direttamente i pescatori del territorio a tutela e salvaguardia dell’ambiente e della fauna ittica.

LA PESCA PER TUTTI, A PESCARE SHOW SI PARLA DI FOSS FISHING
Oggi in fiera un focus è stato dedicato al Foss Fishing durante il convegno Foss Fishing ai Ciprinidi, nuove frontiere dello spinning cura di Lanciatori Bassa Trevigiana, Lanciatori del Polesine Asd, Bacino di pesca 8 di Belluno.
Il Foss Fishing è una pratica sempre più diffusa, che consente a pescatori di tutte le età, anche con problemi di mobilità, l’accesso alla pratica della pesca, anche in piccoli corsi d’acqua.
“La sfida è applicare le logiche della pesca con le esche naturali a quella con esce artificiali per riuscire a pescare in fossi della lunghezza massima di 3 metri e di 80 cm di profondità” ha dettoHuber Massaro, autorità del settore seguito da una numerosa community di appassionati, che ha condotto il convegno. “Pescare con la tecnica del Foss Fishing è un po' come dover convincere un essere umano a mangiare un piatto di carbonara di gomma” ha aggiunto Massaro “ciò è possibile solo grazie ad uno studio delle abitudini di vita e dell’alimentazione del pesce che permette di trovare esche artificiali in grado di imitare ciò di cui si nutre l’animale.
PESCARE SHOW è un’ottima occasione per divulgare questa tecnica di pesca soprattutto ai più giovani perché è un approccio semplice ed economico”.

PRESENTATI OGGI I CAMPIONATI INTERNAZIONALI 2018 DI PESCA IN MARE
Dopo i quattro campionati internazionali di pesca sportiva in acque interne presentati ieri, oggi Pescare Show è stato teatro della presentazione delle tre competizioni di pesca in mare che si svolgeranno sempre in Italia nel 2018: XXVI Campionato del Mondo di Surf Casting per Clubs dal 19 al 26 maggio a Catanzaro; Campionati Mondiali di Long Casting dal 2 al 9 giugno a Caserta; XI Campionato del Mondo di Canna da Natante per Clubs sull’isola di Lampedusa dal 13 al 20 ottobre.

 

DAILY REPORT PESCARE SHOW 2018: sabato 24 febbraio 2018

A PESCARE SHOW LA PRESENTAZIONE DELLE SETTE COMPETIZIONI MONDIALI IN PROGRAMMA IN ITALIA NEL 2018
PESCARE SHOW 2018 è teatro di annunci importantissimi da parte della FIPSAS, che ha ufficializzato e presentato le prove mondiali di pesca sportiva che si svolgeranno in Italia nel 2018. Oggi si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dei campionati internazionali di pesca sportiva in acque interne.
Oggi sono stati presentati: VIII Campionato del Mondo di pesca a feeder sul Canale di Ostellato a Ferrara dal 7 all’8 luglio; Campionati Mondiali Giovanili U15-20-25 sul Cavo Lama di Modena dal 3 al 4 agosto; XXVI Campionato Mondiale di pesca alla trota con esche naturali per clubs sul torrente Ayasse di Aosta al 1° al 2 settembre. XXXVIII Campionato del Mondo di Pesca a Mosca in Trentino sui fiumi Sarca e Noce e sul Lago di Cornisello dal 17 al 23 settembre.
Domani seconda presentazione, con la conferenza stampa alle 14.00 dei campionati internazionali di pesca sportiva in mare che si svolgeranno sempre in Italia nel 2018: XXVI Campionato del Mondo di Surf Casting per Clubs dal 19 al 26 maggio a Catanzaro; Campionati Mondiali di Long Casting dal 2 al 9 giugno a Caserta; XI Campionato del Mondo di Canna da Natante per Clubs sull’isola di Lampedusa dal 13 al 20 ottobre.
A PESCARE SHOW sono intervenuti il Presidente FIPSAS Ugo Claudio Matteoli e il Presidente del Settore Pesca di Superficie FIPSAS Maurizio Natucci insieme agli altri Consiglieri Federali.

FISHING ALTO SARCA E CHIESE: IL PARADISO DEI PESCATORI
Questa mattina Pescare Show ha ospitato la presentazione in anteprima di una novità editoriale dedicata a un territorio posto nel Trentino Occidentale, tra le Dolomiti di Brenta e il Lago d’Idro, considerato tra i top a livello internazionale per la pesca mosca No Kill.  Fishing Alto Sarca e Chiese è frutto di due anni di lavoro coordinato dal Consorzio Turistico delle Giudicarie Centrali con il supporto delle due associazioni di pescatori dell’Alto Sarca e dell’Alto Chiese, nonché il supporto dell’Apt Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena, Terme di Comano Dolomiti di Brenta, del Consorzio Turistico Valle del Chiese. Realizzato in tre lingue, con oltre 210 immagini fotografiche, la pubblicazione restituisce perfettamente l’immagine di scenari meravigliosi e ideali per la pesca.
Una proposta di pesca con ben 500 km di acque pescabili, oltre 300 con un unico permesso, con oltre 10.000 permessi ‘ospite’ rilasciati ogni anno e 1.500 pacchetti turistici venduti.
Novità 20018 la predisposizione di sette webcam che ogni 5 minuti rilasciano le immagini con lo stato delle acque e la predisposizione di sei casette ricovero per i pescatori lungo il percorso di pesca che prevede circa venti piazzole, sei attrezzate per i disabili. Due i punti noleggio delle attrezzature e tutta la gestione dei permessi può avvenire tramite una apposita App. E’ una proposta turisticamente di nicchia, ma preziosa, che interessa le ‘ali’ della stagione: primavera e autunno. L’area propone mostre didattiche dedicate alla pesca
INFO: www.visitchiese.it | www.visitgiudicarie.it | www.trentinofishing.it

RICERCA TECNOLOGICA PER UNA PESCA INNOVATIVA
Pescare Show, trampolino di lancio per nuove tecnologie al servizio della pesca. È stata presentata oggi “Hooking. La prima APP per l’acquisto dei permessi di pesca”, a cura del Consorzio Ambienti Fluviali di Verona. Un’app innovativa, che consente una doppia funzionalità. Hooking agevola le associazioni di settore, permettendo di incassare immediatamente l’importo del permesso di pesca di risparmiare costi di stampa e tempi di distribuzione/ritiro tesserini. In questo modo le associazioni hanno a portata di mano l’accesso immediato a dati statistici, catture e anagrafiche. Il pescatore, invece, potrà consultare in modo semplice e ricevere in breve tempo permessi di pesca personalizzabili, compilando digitalmente uscite e catture.

PESCA, FAUNA ITTICA E AMBIENTE: TAVOLA ROTONDA SULLA CRISI DELL’ACQUA
La portata d’acqua di tanti fiumi e torrenti si è ridotta di circa venti volte negli ultimi 35 anni in Italia, tra zone montane e pedemontane. Questa la fotografia scattata dall’incontro “Crisi dell’acqua, responsabilità e soluzioni”, a cura del circolo FIPSAS Lanciatori Bassa Trevigiana. Una situazione che desta preoccupazione, dovuta a diversi fattori, tra i quali i prelievi provenienti dall’agricoltura intensiva e dalle necessità idroelettriche. Sul tema sono intervenuti Romeo Scarpa (Presidente Italia Nostra Treviso), che ha analizzato i rischi per la biodiversità della fauna ittica, Lucia Ruffato (Associazione Free Rivers), con un focus sull’impatto delle microcentraline elettriche, e l’ittiologo Stefano Salviati, che ha definito il deflusso ecologico la nuova frontiera del settore pesca rispetto al precedente concetto di deflusso minimo vitale. Ha moderato l’incontro Corrado Forlani (Presidente Lanciatori Bassa Trevigiana).

Vota questo articolo
(2 Voti)