Questo sito utilizza cookies, propri e di terze parti, necessari per il funzionamento dello stesso, per scopi statistici e per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente

Chiudendo questo banner, proseguendo nella navigazione o cliccando su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo
 

Redazione

Redazione

 la pesca mosca e spinning autori Davide Muccino Zarlenga

Davide Muccino Zarlenga

Nato a Roma nel 1968, ha le sue prime esperienze di pesca verso i dieci anni nei canali della costa laziale che sfociano in mare, pane e pecorino attaccati a una canna in bambù presa dal giocattolaio. È subito amore, che prosegue con la pesca nei laghetti e qualche volta in mare, sempre accompagnato da un adulto. Con l’età della patente, arriva la scoperta dei fiumi e della pesca al tocco, ma la tormentata storia d’amore ha luogo negli anni Novanta, quando, dopo un trasferimento a Milano per lavoro, abbraccia la trota lago, che pratica per due anni. Tornato a Roma nel 1994, parte per le Maldive e il mondo subacqueo che scopre gli fa decidere di smettere di pescare… Nel 1999 conosce quella che poi diventerà sua moglie, abruzzese di Scanno, e finisce per ricominciare a pescare: da lì parte la sua avventura con le esche artificiali, prima lo spinning, poi la mosca, infine la Tenkara.
Nel 2005 inizia la sua collaborazione con la SIM come videomaker e, tra i vari filmati istituzionali, realizza il primo DVD ‘tecnico’ della pesca a mosca, con sei inquadrature diverse per ogni lancio, eseguito da Marino Di Luca, selezionabili dallo spettatore.
Conosce la Tenkara nel 2009 ed è subito amore: compra la prima canna e non si separa più da questa tecnica, che lo porterà a creare la prima serie tv interamente dedicata alla tecnica giapponese. «Piacere Tenkara» ha visto il suo esordio nel 2016 su PescaTV ed è andata avanti per quattro stagioni, 29 puntate in cui ha visitato posti stupendi in giro per l’Italia e catturato pesci incredibili. Inizia nel contempo la collaborazione con «La Pesca a Mosca e Spinning» come specialista della Tenkara. La divulgazione di questa tecnica continua sui fiumi con raduni e incontri dimostrativi organizzati in varie location italiane. Oggi «Piacere Tenkara» ha un suo canale YouTube dove è possibile vedere i vecchi filmati e nuove clip di tutorial e costruzione delle Kebari.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

2017

3/2017    L'albero del Tenkara
5/2017    Piacere Tenkara 2

2018

5/2018    Piacere Tenkara 3

2019

6/2019   Tenkara in Alto Adige


2020

4/20200   A Tenkara nella Tail Water Tevere

2/2021

Aprile-Maggio 2021

la pesca mosca e spinning copertina rivista 2021 1” class=Sommario
Visualizzalo in formato PDF

TECNICA MOSCA

PRIMAVERA IN RISORGIVA

di Alessandro Galliani

Pescare nelle ore centrali del giorno, usando finali lunghi e imitazioni poco vestite, prestando attenzione ai lanci per evitare il dragaggio: questi gli ingredienti per pescare in risorgiva in primavera, per affrontare le bollate che tanto ci hanno fatto sognare durante l’inverno.

TECNICA SPINNING

BIG BAITS. QUANDO LE DIMENSIONI CONTANO

di Gianluigi 'Giangi' Boniolo

La 'Big Bait Mania' ha contagiato il movimento del bassfishing, diffondendosi come una vera e propria moda, tanto da convertire molti pescatori a un suo uso quasi esclusivo. Misure e assetto, attrezzatura, dove come quando.

ITINERARI MOSCA

CONTROCORRENTE

di Pietro Brunelli

«Nel suo ultimo libro, che giunge dopo una lunga serie di volumi dedicati alla letteratura di viaggio e ai suoi incroci con la pesca a mosca, Alvaro ci accompagna in un vero viaggio, un pellegrinaggio o una migrazione che sia: nel tempo, nei luoghi e nei modi di ogni momento specifico e fase storica».

TECNICA SPINNING

I PREDATORI DEL TARO

di Giorgio Montagna

Lo zonker con strip di coniglio naturale si presta al meglio per realizzare artificiali che imitino gli scazzoni. Questo modello nasce dall’esigenza non solo di sondare le acque più profonde, ma anche di imitare il naturale movimento che spesso hanno i pesci foraggio in balia delle correnti.

COSTRUZIONE MOSCA

BARRED JIG ZONKER

di Loris Zecchinello

Specie demersale, il dentice può essere catturato sotto costa in situazioni particolari, a patto di conoscerne a fondo le abitudini e il comportamento. L’autore mette qui a disposizione le proprie conoscenze ed esperienze, indicando strategie, tecniche e artificiali da utilizzare.

TECNICA SPINNING

LE CARPE DELL’ELSA

di Giacomo Capresi

La pesca a spinning della carpa, qui illustrata nelle azzurre acque dell’Elsa, ricche di solfati e di calcio, costituisce una tecnica complessa che richiede concentrazione, pazienza e conoscenza dei diversi comportamenti alimentari del pesce nelle varie stagioni.

TECNICA MOSCA

LE NUOVE GENERAZIONI

di Paolo Fortunati

Nonostante le moderne tecnologie ostacolino il rapporto con la natura che era un tempo tipico dell’età giovanile, i corsi per ragazzi organizzati da diversi club e la passione di genitori e nonni nel tramandare la propria passione hanno dato vita a una nuova generazione di fly fishermen.

TECNICA SPINNING

GOMME PER IL BASS

di Renzo Della Valle

«Una volta toccata l’acqua, le fibre di camoscio tenderanno a bagnarsi, creando piccoli movimenti molto sinuosi generati dalla corrente superficiale e dando massima vitalità alla mosca. Nella maggior parte dei casi l’abboccata è violenta e fragorosa, a causa delle dimensioni della mosca».

COSTRUZIONE MOSCA

SEDGE IN CAMOSCIO

di Marco Naldi

L’articolo riporta gli esiti di un’indagine condotta da Street Fishing Italia, coadiuvata da un biologo e supportata da numerosi studi scientifici, volta a fare chiarezza sul tema della presenza delle specie alloctone nelle nostre acque.

TECNICA SPINNING

IL RITORNO DEL RE

di Alberto Edoardo Gargantini

Proprio alla fine della stagione di pesca all’hucho, in due giornate nelle quali il gelo è mitigato dai primi tepori, Alberto e Francesco, decisi a catturare il pesce nelle fantastiche acque della Drava, riescono a cogliere entrambi il risultato, facendo uso di due diverse hardbait snodate.

COSTRUZIONE MOSCA

CATSKILL STYLE

di Massimo Ginanneschi

Nate come prime mosche secche per le acque statunitensi, le Catskill sono caratterizzate dall’uso di materiali solo naturali e da un montaggio nel quale le ali e le hackle vengono collocate indietro rispetto all’occhiello dell’amo di qualche millimetro, senza realizzare la testa.

AUTOCOSTRUZIONE SPINNING

BOTTOM DA TROUT AREA

di Davide Bossini

Italianizzato in ‘bottone’, il bottom, esca di derivazione giapponese molto impiegata dagli agonisti di Trout Area, può garantire nel periodo invernale grandi soddisfazioni anche ai tanti appassionati di pesca alla trota in laghetto, con vari tipi di recupero.

Speciale Artificiali 2021

la pesca mosca e spinning copertina Speciale Artificiali 2021” class=Sommario
Visualizzalo in formato PDF

COSTRUZIONE MOSCA

GOBY FLY

di Stefano Ticchiati

TECNICA SPINNING

I PALETTATI

di Renzo Della Valle

COSTRUZIONE MOSCA

TERRESTRIAL ITALIAN STYLE

di Fabio Federighi

TECNICA SPINNING

GLI SNODATI DEL SOL LEVANTE

di Gianluca Sulas

COSTRUZIONE MOSCA

CLARET BUBBLE VARIANT

di Enrico Fantasia

TECNICA SPINNING

ARTIFICIALI PER I SALMONIDI DEI LAGHETTI

di Giorgio Montagna

COSTRUZIONE MOSCA

CLYDE STYLE. THE FORGOTTEN FLIES

di Alex Vallerotonda

TECNICA SPINNING

APERTURA: TEMPO DI FLYSTYLE

di Ettore Miletto

COSTRUZIONE MOSCA

BAETIS RHODANI EXTENDED BODY

di Emmanuel Crosa

TECNICA SPINNING

L’IMPORTANZA DELLE DIMENSIONI

di Francesco Paolini

COSTRUZIONE MOSCA

BODY TUBING HEAD STREAMER

di Ilaria Barbieri

TECNICA SPINNING

FLEXIBLE SERIES

di Alessandro Fontana

COSTRUZIONE MOSCA

BWO IN TESTACODA

di Andrea Pegorin

1/2021

Febbraio-Marzo 2021

la pesca mosca e spinning copertina rivista 2021 1” class=Sommario
Visualizzalo in formato PDF

TECNICA SPINNING

NATIVE BAITFINESSE

di Fabio Franchini

Ecco una nuova tecnica, proveniente dal Giappone, basata sull’uso del mulinello a bobina rotante nella pesca a spinning della trota in torrente, con canne corte e lanci precisissimi. Il tutto è facilmente adattabile alle nostre acque, usando minnow, ma anche spoon e rotanti.

TECNICA MOSCA

CAVEDANI INVERNALI

di Massimo Magliocco

Praticata abitualmente in inverno come ‘ripiego’, la pesca del cavedano può dare invece grandi soddisfazioni, specie se si è consapevoli di certe caratteristiche. Massimo illustra tre differenti ambienti, le tecniche del pattinamento e della battuta e alcune mosche specifiche.

TECNICA SPINNING

I SILURI DELL’ADDA

di Giorgio Montagna

Cercando di adattarsi alla nuova situazione creatasi sull’Adda con la rarefazione della marmorata e delle altre specie autoctone, Giorgio illustra le diverse possibilità di pesca del siluro nei vari periodi dell’anno, proponendo come sempre una ragionata e comprovata rassegna di artificiali.

COSTRUZIONE MOSCA

LA PUPA E IL SECCHIONE

di Andrea Gasparini

Con venti step per la realizzazione di una splendida ed efficace pupa di tricottero, e con una bella serie di imitazioni proprie e di Adriano Mineo, l’autore tenta di convincere i più tradizionalisti a far ricorso a queste mosche, che garantiscono grosse catture e forti emozioni.

TECNICA SPINNING MARE

SPINNING AL DENTICE INSHORE

di Giacomo Capresi

Specie demersale, il dentice può essere catturato sotto costa in situazioni particolari, a patto di conoscerne a fondo le abitudini e il comportamento. L’autore mette qui a disposizione le proprie conoscenze ed esperienze, indicando strategie, tecniche e artificiali da utilizzare.

FISH CARVING

FISH CARVING

di Raul Orvieto

Facendo seguito all’intervista apparsa sul numero di Ottobre-Novembre, e rispondendo all’interesse suscitato da quell’articolo, l’autore approfondisce alcuni aspetti del fish carving, in relazione a materiali e tecniche per la realizzazione dei trophy carving di catture memorabili.

TECNICA SPINNING

ESCHE SELETTIVE

di Renzo Della Valle

«Da sempre sogniamo il pesce della vita e discutiamo sulla possibilità di selezionare esche artificiali che permettano la cattura esclusiva di pesci di grande taglia. Migliorare i record personali è l’obiettivo ultimo del pescatore provetto». Swimbait, grossi rotanti, imitazioni di gambero.

COSTRUZIONE MOSCA

LA PEUTE

di Armando Quazzo

Suggerita a Henri Bresson da uno zingaro incontrato sulle rive del torrente Cusançin, la Peute è una mosca – basata sull’utilizzo della piuma del petto di anatra femmina – che imita un po’ di tutto e che ha uno straordinario, e leggendario, potere di cattura.

ITTIOLOGIA

PER LA DIFESA DELLE SPECIE AUTOCTONE

di Fabrizio M. Aymone

L’articolo riporta gli esiti di un’indagine condotta da Street Fishing Italia, coadiuvata da un biologo e supportata da numerosi studi scientifici, volta a fare chiarezza sul tema della presenza delle specie alloctone nelle nostre acque.

COSTRUZIONE MOSCA

UPSIDE DOWN

di Federico Renzi

La tecnica di montaggio Upside Down ha finalità diverse al seconda del tipo di mosche: in quelle secche vuole nascondere l’amo agli occhi del pesce, in quelle sommerse serve a metterlo al riparo dall’incaglio sugli ostacoli sul fondo. Grandi classici e proposte più recenti.

AUTOCOSTRUZIONE SPINNING

WTD PER LA SPIGOLA

di Simone Marchetti

L’autore propone un modello di walking the dog da 9 cm per 9 g adatto in particolare all’uso nelle foci dei fiumi per la cattura della spigola – ma adatto a insidiare nelle stesse zone anche il pesce serra – che garantisce, come tipico di queste esche, battute di pesca sempre emozionanti.

Non è semplice tirare le fila di un anno terribile come quello appena trascorso. L’epidemia di Covid ha messo duramente alla prova tutta la nostra nazione e nel piccolo anche la nostra associazione.

Oltre a essere l'unico negozio al mondo dedicato alla pesca del temolo, The grayling fisherman è un punto d'incontro virtuale per gli amanti della pesca a mosca al temolo, essendo legato alla community «Grayling trophy club», che conta già quasi 3000 iscritti

Simone Badalucco e Maurizio Di Michele, insieme ai soci dell’ASD La Mosca, hanno dato il via a un concorso di costruzione totalmente online che ha assunto da subito un profilo internazionale con la giuria a dir poco stellare composta da Davie McPhail, Barry Ord Clarke e Pat Cohen