Questo sito utilizza cookies, propri e di terze parti, necessari per il funzionamento dello stesso, per scopi statistici e per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente

Chiudendo questo banner, proseguendo nella navigazione o cliccando su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo
 

Redazione

Redazione

Il lago di Chiusi (seguito a ruota da quello di Bolsena) è il primo lago al mondo per inquinamento da microplastiche. Con circa diecimila particelle per metro quadro, Chiusi risulta essere il settimo ecosistema di acqua dolce più colpito del pianeta.

Una campagna promossa dall’associazione di difesa della spigola «Save Our Sea Bass» nella regione inglese del Sussex ha come scopo la creazione di una ‘Net Free Zone’, una zona di mare libera dalle reti a ridosso della riva con la doppia finalità di tutela degli ambienti sensibili delle acque antistanti la battigia e di sostegno e valorizzazione della pesca ricreativa da terra.

Con Decreto Direttoriale dello scorso 9 agosto si è chiusa la stagione di pesca ricreativa del tonno rosso, che resta consentita con il catch and release per le imbarcazioni autorizzate fino al 31 dicembre. L’unica novità di questa stagione sembra essere stato il superamento della soglia psicologica di agosto, visto che negli ultimi anni la chiusura era avvenuta a fine luglio.

Mercoledì 5 dicembre alle 21 è la volta di Keep Calm & Upstream S3. Torna per la terza stagione inedita la trasmissione condotta da Riccardo Sensidoni, rod maker, costruttore di artificiali e, ovviamente, appassionato pescatore. In questa prima parte della stagione Riccardo si trova, come per opera di un benevolo destino, in Gran Bretagna: da questa esperienza ha tratto cinque bellissime storie di pesca a mosca, interamente dedicate ai chalk stream a est di Londra, quei meravigliosi e limpidissimi corsi d’acqua che scorrono dalle montagne di gesso verso il mare. In un appassionante percorso alieutico, Riccardo pescherà nel leggendario fiume Test, passando poi nel Meon e nel Kennet presso Barton Court: un lungo itinerario nell’Hampshire sulle tracce dei mitici pescatori britannici che per primi hanno reso la tecnica della pesca a mosca una vera arte. Un’esperienza emotivamente coinvolgente per il protagonista, che si troverà a lanciare i suoi artificiali nelle stesse acque in cui hanno pescato alcune delle leggende della pesca a mosca.

5/2018

ottobre-novembre 2018

la pesca mosca e spinning copertina rivista 2018 5Sommario
Visualizzalo in formato PDF

ITINERARIO MOSCA

I TEMOLI DELLA DRAVA

di Alberto Gargantini

In ottobre i grossi temoli del principale fiume della Carinzia iniziano a tingersi di un rosso intenso e a causa dell’abbassamento del livello dell’acqua diventano vulnerabili. Con la fine dell’estate poi, in genere a fine settembre, comincia il momento magico della Drava…

ITINERARIO SPINNING

SWEDISH PIKES

di Walter Scalet

Fine settembre e ottobre sono i periodi migliori per la pesca al luccio in Svezia, perché la sua attività di caccia si concentra nelle ore di luce e soprattutto perché, con l’abbassarsi delle temperature, i grossi esemplari rientrano nelle baie e nei canneti con acque basse.

TECNICA MOSCA

ONDULATO E SPIRALE

di Massimo Magliocco

Due lanci semplici, puliti e dalle dinamiche molto interessanti che servono – in situazioni di pesca ben diverse – a tirare la mosca fuori dall’acqua per iniziare a effettuare un nuovo lancio senza creare scompiglio e senza inzuppare l’artificiale.

TECNICA SPINNING

BASS DI FINE STAGIONE IN CAVA

di Andrea Leonardi

Nel magico periodo autunnale si possono utilizzare varie tecniche per insidiare il bass. L’autore predilige la pesca in alcune piccole cave utilizzando l’amo a Texas con il piombo a goccia ­– unito all’occhiello dell’amo – innescando gamberi o shad di generose dimensioni.

ITINERARIO MOSCA

IL SALMERINO ARTICO E IL TAMBURO LAPPONE

di Pietro Brunelli

La Lapponia svedese è uno degli ambienti dove perdersi in un angolo magico di natura, pescare acque e pesci meravigliosi, gustare sapori e tradizioni antichissime e immaginare qualcosa in più di una semplice uscita di pesca.

TECNICA SPINNING MARE

ORO AUTUNNALE

di Massimiliano Pau

Tecniche, attrezzature e artificiali per le battute alla lampuga dalla scogliera, a cominciare – per farle avvicinare – dall’uso di skipping lures e jig di una quarantina di grammi da lanciare il più lontano possibile a ventaglio, facendoli saltellare velocemente sull’acqua.

ITINERARIO MOSCA

ALLETTERATI A MOSCA IN ALTO ADRIATICO

di Paolo Fortunati

Negli ultimissimi anni l’alto Adriatico, in particolare al largo del delta del Po, si è rivelato una delle zone migliori per trovare abbondanti mangianze di tonnetti alletterati di buone dimensioni, oltre che tonni rossi, squali e lampughe.

TECNICA SPINNING

TROUT AREA COMPETITION

di Fabio Franchini

Una spiegazione molto chiara e interessante delle principali caratteristiche tecniche delle gare di Trout Area, con riferimento alle due fasi della competizione – partenza e ricerca –, all’uso di alcune categorie di artificiali impiegati – spoon, crank e jerk – e al bottom fishing

TECNICA MOSCA

SUPERTEST 490

di Antonio Piscione

Nel corso della scorsa estate, su iniziativa di Garue, sono state organizzate alcune giornate di test di canne Sage e Redington nell’unica misura di 9’ per coda 4. Otto canne diverse da abbinare a piacimento con sei code Rio, per un confronto a tutto campo di innegabile interesse tecnico.

TECNICA SPINNING

PERSICI, LIPLESS E... LEGNAIE

di Giorgio Montagna

L’impiego dei lipless, e in particolar modo dei modelli affondanti per rasentare al meglio il fondale, consente per tutto l’anno di allamare qualche bel tigrotto autoctono in differenti estensioni lacuali: sia nei grandi bacini prealpini, sia in laghetti e cave di periferia.

ITINERARIO TENKARA

PIACERE TENKARA 3

di Davide Muccino Zarlenga

Riparte con la terza stagione la fortunata serie televisiva sulla Tenkara con la quale Davide porta la sua simpatia e il suo particolare approccio alla tecnica orientale in vari contesti italiani. Anche quest’anno offriamo ai lettori una sua anteprima sulle varie puntate.

TECNICA SPINNING

SPIGOLE A STREET

di Street Fishing Pisa

Fra le varie tecniche possibili per insidiare le spigole a street, il gruppo pisano sta sperimentando con successo l’impiego di uno shad da 2.8” da lanciare lungo la sponda oppure nei punti di risacca o di acqua ferma dove è solito stazionare il pesce in caccia.

COSTRUZIONE MOSCA

FLASH

di Ivano Mongatti

Flash è uguale a lampo, bagliore, baleno, vampata, scintillio, perché «così scaturisce l’inganno ordito dai filamenti dei quali parliamo in questo numero: all’improvviso. Ognuna di queste fibre origina e si sviluppa per lanciare quel lampo, quel bagliore che richiama luce, e quindi vita».

AUTOCOSTRUZIONE

POPPER PER LA LECCIA

di Lorenzo Azimonti

Un popper caratterizzato dal restringimento fra la testa e il corpo (come il Dumbell popper della R2S) e dalla particolare sezione quadrata, pensata per chi non dispone di un tornio: un modello dalla buona stabilità e in grado di proporre efficaci ‘spopperate’ alla leccia.

4/2018

agosto-settembre 2018

la pesca mosca e spinning copertina rivista 2018 2Sommario
Visualizzalo in formato PDF

TECNICA SPINNING MARE

EFFETTO SERRA

di Massimiliano Pau

Si parla qui di pesca del serra, ma «non con il solito mare mosso in scaduta, bensì con il mare montante, che da quasi calmo diventa mosso», con «vento forte ma non troppo teso, che permetta di lanciare, anche se con un po’ di difficoltà, esche di dimensioni generose».

TECNICA MOSCA

RIBALTATO E LAR

di Massimo Magliocco

Bestia nera del pescatore a mosca secca, il dragaggio rende inutile ogni mosca dalle fattezze e dalle dimensioni perfette. Usando però i giusti lanci al fine di correggere coda e finale, anche le mosche meno ‘perfette’ diventano estremamente catturanti.

TECNICA SPINNING

STREETFISHING HOLIDAYS

di Daniele Meacci

Tornati nuovamente in Olanda, Daniele e il suo gruppo riscoprono la bellezza dei luoghi e l’estrema generosità delle acque, questa volta – avendo anticipato la vacanza – in relazione a numerosi, grandi e splendidi lucci, a danno dei consueti persici.

COSTRUZIONE MOSCA

MOSCONI

di Nadica Stanceva e Igor Stancev

Diffusi in tutto il mondo e accomunati dai loro colori ‘metallici’, i mosconi svolgono importanti funzioni di pulizia e sono ottimi impollinatori, tanto che diverse piante, per attrarli e sfruttarne tale abilità, in luogo del gradevole profumo di tanti fiori odorano di carne putrefatta.

TECNICA SPINNING

LUCCIO E GOMMA

di Luca Passarella

Una pesca essenziale, con esche selezionate come shad e grub, da impiegare in modi diversi nei vari ambienti e nelle varie condizioni, con la mente aperta a quanto si può apprendere da altre tecniche, in particolare la mosca e le esche naturali, per trarne alcuni stimoli.

ITINERARIO MOSCA

LIMENTRELLA

di Mirko Dalmonte Martelli

«ll Limentrella di Treppio è un piccolo ma meraviglioso torrente che si nasconde tra le braccia dei suoi due parenti più famosi: il Limentra inferiore (o orientale) che scorre in località Lentula e il Limentra di Sambuca (o superiore, o occidentale) che passa per Pavana».

ITINERARIO MOSCA

GATTONI A SPINNING

di Giorgio Montagna

Nei mesi estivi aumenta la presenza nei laghetti di pesca sportiva e nelle cave di periferia dei pesci gatto americani (catfish) e africani (clarie), tanto da giustificare uscite dedicate. Giorgio consiglia alcuni artificiali, a partire dai gamberi siliconici, e l’attrezzatura.

COSTRUZIONE MOSCA

STREAMER IN SUPERFICIE

di Armando Quazzo

Armando propone la costruzione di un pesciolino con il ‘composite loop’ – una sorta di ciniglia composta di fibre di dubbing allineate manualmente, avvolta attorno all’amo e spazzolata al fine di ottenere un corpo vaporoso – e con una testina plastica preformata.

TECNICA SPINNING MARE

UNO PER TUTTI, IN A SOFT MOOD

di Francesco Giordano

«La pesca con i soft jerk, improntata alla versatilità e al dinamismo di un’azione in cui la mente e la tecnica del pescatore sono tutto, e consentono tutto». Le basi dell’animazione side-to-side e altre indicazioni tecniche per muoversi con questo nuovo e stimolante approccio.

ITINERARIO MOSCA

IL GRANDE LAGO. CARP ON THE FLY SUL GARDA

di Federico Casari e Gian Paolo Mingozzi

La ricerca della carpa a mosca sul Garda implica un approccio cauto e furtivo nei meandri dei canneti del sottoriva e una ricerca a vista che tenga conto delle caratteristiche del fondale, che in pochi metri passa da roccioso a sabbioso.

TECNICA SPINNING

BASSFISHING ED ECOSCANDAGLIO

di Gianni Rizzo

Per chi pratica l’agonismo nel settore del bass­fishing è scontato, ma l’impiego delle ultime tecnologie nel settore degli ecoscandagli è in grado di dare soddisfazioni tali in termini di catture da tacitare velocemente il bisogno di avventura e di mistero...

COSTRUZIONE MOSCA

BUCKTAIL

di Fabio Federighi

Materiale storico per la costruzione di mosche artificiali, come dimostrato da varie imitazioni presenti nell’articolo, il bucktail trova svariati impieghi, i più frequenti dei quali sono oggi quelli attinenti alla costruzione di mosche da mare e da luccio.

AUTOCOSTRUZIONE

CRANK PER IL BLACK BASS

di Stefano De Pellegrin

Stefano propone un modello ispirato nella forma al Dives-To Fat della Rapala, ridimensionando il corpo e il grado di galleggiamento secondo le esigenze degli spot che frequenta, e applicando un metodo molto usato dai costruttori di esche dell’estremo oriente.

Il 12 giugno 2018 il Parlamento Europeo in sessione plenaria ha approvato a larga maggioranza una risoluzione storica per la pesca ricreativa: «Situazione della pesca ricreativa nell’Unione europea» (State of play of recreational fisheries in the EU), a cura della MEP Norica Nicolai.