Questo sito utilizza cookies, propri e di terze parti, necessari per il funzionamento dello stesso, per scopi statistici e per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente

Chiudendo questo banner, proseguendo nella navigazione o cliccando su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo
 

Redazione

Redazione

Carpfishing, ledgering, spinning, feeder e flyfishing saranno protagonisti sabato 15 e domenica 16 dicembre, nel quartiere fieristico di Ferrara, di Fishing Show Italia, fiera della pesca sportiva.

Un’esperienza a 360° per immergersi completamente nella propria passione e scoprire in anteprima tutte le novità. Pescare Show, il Salone internazionale che Italian Exhibition Group (IEG) dedica al mondo della pesca sportiva in tutte le sue declinazioni, sarà in fiera a Vicenza da sabato 23 a lunedì 25 febbraio 2019 per un’edizione – la ventesima – dalle mille sorprese

Punching, pitching, frogs e canne da  almeno 1 1/2 oz sono state le tecniche principe per affrontare le difficili acque di Chiusi in occasione della due giorni di finale di Campionato Italiano Belly Boat 2018. La manifestazione si è svolta lo scorso 6 e 7 ottobre ed è stata organizzata al meglio dalla società ‘padrona di casa’ Lenza Etrusca.


 
La più popolare tra le bevande, la birra, non potrebbe esistere senza acqua di qualità e d’altronde non è possibile immaginare un mondo in cui la nostra birra preferita abbia un aspetto, un odore e un sapore di acqua sporca. O peggio un mondo in cui, al posto di un boccale fresco e dissetante, ci venga servito solo un mucchietto di luppolo secco.

Da ormai troppo tempo i pescatori ricreativi chiedono una revisione delle normative per quanto riguarda sia la pesca in mare che quella in acque interne. Negli anni si sono susseguite varie proposte di legge che non hanno avuto seguito e che del resto non avevano velleità di fornire strumenti efficaci per una reale evoluzione della gestione. L’ultima proposta organica di legge quadro per le acque interne è cosa recente, ancora in attesa di intraprendere l’iter previsto.

La situazione delle nostre acque interne è allarmante: solo il 43% dei 7494 fiumi considerati è in un ‘buono stato ecologico’, come richiesto dalla Direttiva Quadro Acque (2000/60/CE), mentre il 41% è ben al di sotto dell’obiettivo di qualità e un 16% non è stato nemmeno classificato.

Da pescatori ci interessano molto i fiumi, quelli che a volte abbiamo sentito e ancora continuiamo a sentir chiamare fiumi assassini, cosa insopportabile per noi che invece i fiumi li conosciamo, li viviamo, li amiamo. Continuiamo a sentirci dire che i danni e i lutti causati dalle piene dipendono dalla mancata manutenzione.