Questo sito utilizza cookies, propri e di terze parti, necessari per il funzionamento dello stesso, per scopi statistici e per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente

Chiudendo questo banner, proseguendo nella navigazione o cliccando su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo
 

Redazione

Redazione

3/2021

Giugno-Luglio 2021

la pesca mosca e spinning copertina rivista 2021 3” class=Sommario
Visualizzalo in formato PDF

TECNICA MOSCA

FINALI ALTERNATIVI

di Massimo Magliocco

Forse non tutti sanno che esistono finali progettati con profili particolari, adatti a certi tipi di pesca. L’autore ne esamina qui due: quello a doppio cono, ideato dall’ingegnere Bernard Beegle agli inizi degli anni ’80, e quello a coda di topo, con conicità graduale.

TECNICA SPINNING MARE

UN’ESTATE DA JERK

di Gianluca Sulas

I jerk negli ultimi anni «sono diventati sempre più performanti e durevoli e sono stati oggetto di numerosi accorgimenti e di novità tecniche. La distribuzione dei pesi è stata ottimizzata in modo da permettere lanci più lunghi e un assetto in acqua ottimale».

TECNICA MOSCA

A TUTTO TEMOLO

di Alberto Edoardo Gargantini

Tutte le tecniche da impiegare in una giornata-tipo dedicata alla pesca del temolo, pesce diffidente e selettivo, molto diverso da approcciare rispetto alla trota a causa della sua dieta quasi esclusivamente insettivora, ma non solo. Con un approfondimento sulla scelta della canna.

TECNICA SPINNING

VERNEY

di Giorgio Montagna

Un suggestivo itinerario a 2088 m, al confine con la Francia, da affrontare dal 14 giugno al 20 ottobre, quando è aperto il Colle del Piccolo San Bernardo. Si trovano nel lago di Verney, circondato da uno splendido paesaggio, trote fario e salmerini non sempre facili da catturare.

COSTRUZIONE MOSCA

SEDGE

di Emmanuel Crosa

Una costruzione molto imitativa, quasi realistica, che funziona bene in azione di pesca. L’autore predilige materiali naturali come peli (cervo, capriolo) e cul de canard, che riescono a conferire molto movimento all’artificiale nell’azione di pesca.

TECNICA SPINNING MARE

SOPRA IL PELO DELL’ACQUA

di Giacomo Capresi

L’impiego degli artificiali top water in una serie di luoghi e di situazioni particolari, relativi ad approcci ripetutamente testati dall’autore, che dà qui indicazioni specifiche sulle tecniche da impiegare con varie tipologie di artificiali, dalle piccole foci alle spiagge, dai porti alle acque mosse.

TECNICA MOSCA

LE TROTE DIMENTICATE

di Andrea Pegorin

La pesca nei piccoli torrenti appenninici (qui del tratto tosco-emiliano) alla ricerca di trote rustiche e selvagge: mosche, attrezzatura e tecniche per trascorrere una giornata inconsueta, avvolti dal profumo del bosco e allietati dalla presenza di qualche daino.

TECNICA SPINNING MARE

SPIGOLE A CALDO

di Angelo Celino

In estate le spigole prediligono la bassa scogliera: il leggero moto ondoso e il movimento del fondale sui pochi centimetri disponibili riescono infatti a ‘sporcare’ l’acqua e a innescare la loro attività predatoria. Esca ideale in questo periodo è la soft shad.

TECNICA MOSCA

I MILLE PREGI DELLE CODE DT

di Armando Quazzo

Lo sviluppo tecnologico delle code ha fatto passare da quelle a doppio fuso (DT) e decentrate (WF) alle shooting head (SH), che sembrano rappresentare la scelta della maggior parte degli odierni pescatori di salmoni. Ma in molte situazioni le code DT possono surclassare le SH.

TECNICA SPINNING

ESCHE DI REAZIONE

di Renzo Della Valle

Per ‘esche di reazione’ si intendono tutti quegli artificiali che fanno reagire pesci attivamente in caccia, ossia in un atteggiamento molto reattivo, quindi propensi ad attaccare prede che stimolano al meglio i loro istinti carnivori. Reazioni aggressive e reazioni... omicide.

COSTRUZIONE MOSCA

CLOUSER MINNOW

di Marco Sammicheli

Il dressing originale del Clouser Deep Minnow nacque negli anni ’80 ad opera di Bob Clouser. L’uso di occhi metallici pesanti in uno streamer di stile reverse produce una semplice jig fly che è di facile montaggio e che si adatta a molte interpretazioni imitative e a molti contesti di pesca.

AUTOCOSTRUZIONE SPINNING

SOFT PLASTIC WORM PER IL PERSICO

di Paolo Pinzauti

Una replica molto fedele del lombrico di terra, sia nella forma che nel colore. Innescabile in più modi, è recuperabile in modo lento e costante, ma anche a intervalli vivaci, con improvvisi e fulminei attacchi, come accade con tutti i predatori.

Fly Fishing Festival, primo evento green dedicato alla pesca a mosca in Trentino, si terrà il 26 e il 27 giugno a Tione di Trento e nelle Valli Giudicarie. Erede diretto della manifestazione ExpoRiva e dell’esperienza acquisita negli anni dai diversi protagonisti delle Valli Giudicarie impegnati nella promozione della pesca e del territorio, l’evento è organizzato da Riva del Garda Fierecongressi in collaborazione con Comune Tione di Trento, Associazione Pescatori Dilettanti Alto Sarca, Consorzio per il Turismo Giudicarie Centrali unitamente ad APT Campiglio Pinzolo Val Rendena. «

Fly Tying Experience 2020 Loris Zecchinello

Loris Zecchinello

Nato a Motta di Livenza (TV) nel 1974, Loris Zecchinello si è appassionato sin da bambino alla pesca in tutte le sue forme. Inizia a frequentare nell'adolescenza i primi corsi d’acqua con le tecniche tradizionali, poi, raggiunta la maggiore età, si dedica per qualche anno all'agonismo per quanto riguarda la pesca alla trota in torrente e lago, raggiungendo in poco tempo i massimi livelli nei campionati a squadre e più volte le selezioni individuali per il club azzurro. Alla fine degli anni Novanta, stanco dei campi gara, scopre la pesca a mosca cercando di ingannare i temoli del Brenta. Da quel momento inizia la sua avventura dedicata esclusivamente a quest'ultima disciplina. Inizia fin da subito a costruirsi le prime mosche e frequenta il Fly Club Opitergium (allora Mosca Club Conegliano), dove apprende le basi. Nel 2004 si avvicina ai meeting di costruzione dove migliora la sua tecnica e acquisisce innumerevoli nuove nozioni sul fly tying. Si appassiona ai dressing classici studiandoli nei dettagli, legge testi di entomologia e imita gli insetti in chiave classica e moderna. Sentita la necessità di migliorare il suo lancio, nel 2010 frequenta un corso di perfezionamento al quale ne seguiranno altri che lo porteranno a far parte del corpo istruttori SLM, della quale ancora oggi fa parte. Nel 2012, in occasione del 1° Trofeo Bogia Nen, partecipa con tre imitazioni alle riprese per il programma «Pescavventura» di Alberto Salvini e Marica Cicoria per il canale Pesca del palinsesto Sky. Nello stesso anno gli viene dedicata una pagina sul sito www.scuolalanciomosca.it, dove pubblica le sue imitazioni con i relativi dressing e foto step by step di montaggio. Nel n. 2/2013 della rivista «La Pesca a Mosca e Spinning» appare il suo primo articolo, intitolato Scotch sedge. Nelle pagine della stessa rivista vengono pubblicate molte sue imitazioni, premiate più volte nel contest di costruzione all'interno della stessa.
La sua attenzione era rivolta inizialmente ai dressing classici, ma ora ama costruire prevalentemente con materiali naturali seguendo il famoso Italian style come da insegnamento di uno dei più grandi pionieri Italiani nella storia del fly tying, il grande Francesco Palù. Le sue imitazioni spaziano dal fresh water al salt water senza tralasciare i predatori delle acque dolci come lucci e bass. Ad oggi è ProTeam Ahrex, Proteam Swisscdc e fa parte del corpo Istruttori della SLM (Scuola Lancio Mosca) dove organizza regolarmente corsi di lancio nel mio territorio. Viene invitato spesso nei fly club italiani per costruire le sue mosche e scrive saltuariamente articoli inerenti il fly tying su «La Pesca Mosca e Spinning».
Di seguito alcuni risultati ottenuti nei vari meeting e contest frequentati negli anni.

2008  1° classificato al Trofeo Villa Tinin (UD)
         1° classificato premio spec. migliore mosca classica
2009  3° classificato al Trofeo Villa Guidini (TV)
2010  1° classificato al Trofeo Il Cadore, le Dolomiti e la PAM
2011  6° classificato al Trofeo Bisenzio e Premio speciale costruzione al Trofeo Il Cadore, le Dolomiti e la pesca a mosca
2012  3° classificato al 1° Trofeo Bogia Nen
2014  1° classificato al 1° Trofeo Fiume Sarca Tione di Trento(TN)
         2° classificato al X Trofeo Alto Brenta
2015  1° classificato al Trofeo TMC Riva del Garda (TN)
         1° classificato del contest Gamakatsu
         5° cl. nella cat. Nymphs, 5° cl. nella cat. Dry, 6° cl. nella cat. Streamers al 28° Slovenian Open Fly Tying Championship
         14° cl. nella cat. Dry fly, 8° cl. nella cat. Streamer al German international contest EWF 2015
2016  1° cl. nella cat. Streamers al 29° Slovenian Open Fly Tying Championship
2017  2° cl. nella cat. Nymphs, 2° cl. nella cat. Dry Fly al 30° Slovenian Open Fly Tying Championship
2018  1° cl. nella cat. Nymphs, 3° cl. nella cat. Realistic, 3° cl. nella cat. Streamers al 31° Slovenian Open Fly Tying Championship
2019  7° cl. al XVI Trofeo Bisenzio

Profilo Facebook

 

2013 

2/2013    Scotch sedge 

2020

Speciale Artificiali     Quill 

2021

2/2021    Barred Jig Zonker

I corsi d'acqua, con il loro patrimonio di biodiversità, sono spesso messi a dura prova da molti fattori che hanno portato nel tempo alla rarefazione di specie autoctone pregiate, quali ad esempio la trota marmorata e il temolo adriatico, rendendo indispensabile un supporto alla sopravvivenza di queste specie con interventi e progetti mirati a questo scopo.

Dopo la pausa forzata dello scorso anno dovuta alle condizioni venutasi a creare col Covid-19, riprende Branzino the Challenge, giunto alla sua quarta edizione; questo evento di kayak fishing è di fatto il più atteso dell’anno e si svolgerà dal 17 al 19 settembre 2021 con una serie di novità introdotte sia a livello organizzativo che di regolamento.

Lo conferma un ordine del giorno del Consiglio consultivo del Mediterraneo MEDAC. Se ne parla sempre e forse potrebbe essere il momento di arrivare al sodo. Per farlo, certo, occorrono dati scientifici che è stato deciso di produrre e che forse potranno arrivare ad avere carichi di evidenza sufficienti a sottrarre il dibattito alla banale logica del potere politico. Le parole d’ordine sono interazione e conflitto. Tutto un programma. I soggetti sono la piccola pesca commerciale e la pesca ricreativa (ovvero tutta la pesca non legata a una licenza commerciale). Sembra evidente già solo per questa semplificazione un po’ rozza che esiste un problema di definizioni e di distinzione tra diversi ambiti di pesca; ad ogni modo entrambi gli schieramenti lamentano una situazione di interazione conflittuale. Per trattare seriamente l’argomento, si dovrebbe intanto precisare quali sono effettivamente gli ambiti interessati e tra questi quali indichino effettivamente una problematicità delle interazioni.

la pesca mosca e spinning autori Massimo Ginanneschi

Massimo Ginanneschi

Di origini toscane, Massimo Ginanneschi vive e lavora in provincia di Torino. Nato nel 1964, inizia a pescare da giovanissimo, nel 1970, approdando dopo pochi anni al mondo dell’agonismo, al quale si dedica a lungo praticando trota torrente e trota lago. Grazie a un amico, si avvicina alla pesca a mosca, dalla quale resta da subito affascinato; inizia a costruire e quest’arte per lui diventa una malattia. Con un gruppo di amici fonda la sezione del CIPM Valli Di Lanzo, diventa quindi redattore per PIPAM, socio dell’Old River Fly Club Torino, pro team Alpi Fly Fishing. Presidente e grande sostenitore dell’IFTA (Italian Fly Tyers Association) si sta tuttora dedicando all’espansione di quest’associazione e alla divulgazione della costruzione di mosche artificiali. Si diletta nella creazione di mosche da acqua dolce, ma non disdegna gli artificiali per la pesca in mare. La passione per la meccanica gli ha fatto conoscere Franco Cottarelli, titolare della CTA, ottimo costruttore di morsetti made in Italy, per il quale è diventato tester. Collabora con la rivista «Confluenze magazine» ed è coautore del libro Ricette di costruzione. Ha una visione della pesca a mosca a 360°, pur preferendo la pesca a ninfa. Le sue acque preferite sono fiumi e torrenti di fondovalle di media e grande portata. Il suo motto da fly tyer è: «Ricordati, ogni volta che osservi qualcuno al morsetto: guardalo bene, cerca di carpire anche la più piccola cosa e fanne tesoro».

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

2015

1/2015    2° West Valley Fly Fishing

2019

2/2019    Montaggio in asola

2020

5/2020     Perdigon 

2021

2/2021    Catskill style

2022

2/2022    Passione bamboo
3/2022    Lago alpino, giugno