Questo sito utilizza cookies, propri e di terze parti, necessari per il funzionamento dello stesso, per scopi statistici e per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente

Chiudendo questo banner, proseguendo nella navigazione o cliccando su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo

Redazione

Redazione

La storia percorre spesso sentieri tortuosi e opachi che solo nel tempo rivelano la loro positività complessiva. Di rado però accadono fatti luminosi, tali da far pensare che abbia trovato una scorciatoia diretta e inattesa. Uno di essi si è verificato nella piccola storia che anche la pesca sportivo-ricreativa ha: la Regione Veneto ha adottato un regolamento, peraltro esteso alla pesca professionale, che comporta fra l’altro il divieto di pesca con pesce vivo e di trattenimento di luccio e trota marmorata, compresi i relativi ibridi.

Giovedì 17 ottobre si è tenuta a Rivoli (TO) un’interessante serata a tema con presentazione del prof. Stefano Fenoglio che, con il supporto di Marco Baltieri, ha illustrato in maniera molto chiara e fruibile le problematiche globali e i ‘falsi miti’ di cattiva gestione locale che stanno creando non pochi problemi quantitativi e qualitativi ai corsi d’acqua. Un grazie sincero per la condivisione di sicuro aiuto, per amare con maggior consapevolezza i nostri magnifici fiumi.

Presso il rinomato ristorante ‘CIS’ di Vaprio d’Adda in provincia di Milano, lo scorso 10 ottobre, con la partecipazione di svariati appassionati di spinning, in particolare interessati alla pesca del salmone Hucho Hucho, si è tenuto un evento aperto a tutti, nel quale l’amico Alessandro Galletti ha esternato consigli e segreti per avere la meglio con gli artificiali alla caccia di questo meraviglioso salmonide, che può notoriamente raggiungere taglie da capogiro.

Domenica 15 settembre 2019, complice una bella giornata di sole, si è svolta nel mare della Versilia la quarta edizione della gara di pesca con artificiali ‘Navigar Pescando’.

Di fatto ad oggi non esistono dati su nessuna delle specie costiere di maggiore importanza per la pesca ricreativa e la previsione di introduzione di un regime di controlli sulla pesca ricreativa nel Mediterraneo è per adesso limitata ad una sola specie in una sola zona di riferimento.

Volendo considerare la riva luogo di esclusività della pesca ricreativa, basta che venga applicata la stessa regola di rispetto di una distanza minima. Idea certamente non risolutiva, che dovrebbe essere modulata a seconda del tipo di costa con una vera e propria zonazione, e che dovrebbe trovare accordo da parte delle Regioni.

Da venerdì 21 a domenica 23 febbraio 2020, torna nel quartiere fieristico di Vicenza PESCARE SHOW, il Salone Internazionale che Italian Exhibition Group SpA (IEG) dedica agli appassionati del settore alieutico, punto di riferimento consolidato per gli sportivi e gli operatori professionali del settore.