Questo sito utilizza cookies, propri e di terze parti, necessari per il funzionamento dello stesso, per scopi statistici e per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente

Chiudendo questo banner, proseguendo nella navigazione o cliccando su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo


Artifishal su Pesca TV

Dal 28 febbraio su Pesca TV (Sky canale 236) va in onda ARTIFISHAL. Questo impegnativo filmato prodotto da Yvon Chouinard, il fondatore di Patagonia, esplora l’elevato costo ecologico, economico e culturale di alcuni allevamenti ittici, attraverso testimonianze di operatori del settore, di pescatori e di esponenti delle culture territoriali. Protagonista assoluto del film è il pesce più affascinante del mondo: il salmone.
Artifishal documenta gli effetti devastanti degli allevamenti: da un lato quelli sulla terraferma, dall’altro quelli in mare aperto. Dai primi, diffusi in America settentrionale, vengono restituite alle acque fluviali immense quantità di pesci cresciuti in cattività; dai secondi, molto utilizzati in Norvegia, Scozia e Irlanda, i salmoni fuggono a centinaia di migliaia attraverso i fori nelle reti. In entrambi i casi, si diffondono nelle acque libere pesci indeboliti, con caratteristiche genetiche alterate, che incrociandosi con i salmoni selvaggi ne compromettono le caratteristiche e minano l’esistenza della specie, contribuendo alla sua progressiva estinzione.
E non basta: gravi danni ambientali sono causati dai liquami prodotti negli allevamenti del nord Atlantico, dove centinaia di migliaia di pesci vivono in condizioni di sovraffollamento, in acque torbide e esposti a malattie. Quanto ai vivai nordamericani di salmoni e trote, spiega ancora Artifishal, sono nati per tentare di contrastare l’impoverimento dei fiumi causato dalle grandi dighe, ma hanno fallito nel loro obiettivo, contribuendo al problema che avrebbero dovuto risolvere. Si è diffusa così una campagna pubblica a sostegno dell’ambiente, in cui i cittadini chiedono ai loro governi di abbattere dighe e di vietare l’allevamento dei pesci, per fermare il danno arrecato alle acque pubbliche e alle ultime specie selvagge. Attivisti ed esperti mostrano in questo documento straordinario la situazione negli USA e poi Islanda, Norvegia, Scozia e Irlanda, tutti paesi in cui gli allevamenti di salmoni hanno devastato i sistemi costieri e contribuito in modo consistente al drammatico declino delle popolazioni di salmone selvaggio.
Con la messa in onda di questo documentario continua l’impegno di Pesca Tv nel diffondere la cultura per il rispetto della natura e la salvaguardia dei sistemi ecologici.
Nella foto: giornalista e pescatore, lo svedese Mikael Frödin ha documentato le condizioni di vita dei salmoni in un all’allevamento norvegese in mare aperto. Credits: Ben Moon, 2017.

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Altro in questa categoria: « Pesca (Sky 236) - Ottobre 2020