Questo sito utilizza cookies, propri e di terze parti, necessari per il funzionamento dello stesso, per scopi statistici e per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente

Chiudendo questo banner, proseguendo nella navigazione o cliccando su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo


Pesca (Sky 236) - Febbraio 2020

A partire da sabato 1 febbraio alle ore 22, Pesca (Sky canale 236) presenta Racconti di pesca 4. Torna il programma che racconta la pesca dal punto di vista della telecamera di Marcello Adamo, regista di professione e pescatore per passione. Storie vere di successi, insuccessi, avventure e difficoltà raccontate con il classico stile del reportage. Una miscela sapiente di avventure in acque dolci e acque salate, tante catture per altrettante tecniche, dal drifting al tonno al bolentino di alto fondale, dalle trote a enormi totani insidiati negli abissi. Un mondo favoloso di racconti alieutici, per chi non ne ha mai abbastanza di storie di pesca.
Da martedì 11 febbraio alle ore 22 torna con i nuovi episodi un classico del canale, Passione artificiale, una delle trasmissioni più longeve e amate dagli appassionati, dedicata alla pesca con le esche artificiali. Come sempre Matteo De Falco, accompagnato dai più affermati esperti del settore, guida lo spettatore negli itinerari più interessanti per chi utilizza esclusivamente gli artificiali. Dettagli delle varie tecniche, scenari affascinanti, storie interessanti e immagini spettacolari caratterizzeranno anche questa edizione dell’imperdibile e storico appuntamento di pesca.
A partire da venerdì 28 febbraio alle ore 22, infine, Pesca presenta Artifishal, l’importante e anche controverso film prodotto dal fondatore del brand Patagonia, Yvon Chouinard, che parla dell’effetto devastante degli allevamenti ittici sull’ambiente. Il documentario esplora l’elevato costo ecologico, ma anche economico e culturale, di un’industria che di fatto ostacola il recupero dei pesci selvatici e inquina i fiumi, contribuendo al problema che pensa di poter risolvere. Vedremo dunque la storia di una vera campagna pubblica a sostegno dell’ambiente in cui i cittadini chiedono ai governi di vietare la pratica dell’allevamento dei pesci in mare aperto, per fermare il danno arrecato alle acque pubbliche e alle ultime specie di salmone e trote di mare selvagge. Attivisti ed esperti mostrano in questo documento straordinario la situazione in California, Oregon e Idaho negli USA e poi Islanda, Norvegia, Scozia, tutti paesi in cui gli allevamenti di salmoni hanno devastato i sistemi costieri e contribuito in modo consistente alla drammatica estinzione del salmone selvaggio dell’Atlantico.

Vota questo articolo
(0 Voti)
Altro in questa categoria: Pescare Show 2020 »