Questo sito utilizza cookies, propri e di terze parti, necessari per il funzionamento dello stesso, per scopi statistici e per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente

Chiudendo questo banner, proseguendo nella navigazione o cliccando su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo
´╗┐´╗┐

Pescare Show 2024

Si è conclusa domenica 4 febbraio la 24a edizione di Pescare Show, il Salone di Italian Exhibition Group (IEG) che ha riunito per due giorni nel quartiere fieristico di Vicenza la community della pesca sportiva e della nautica da diporto, dalle aziende alle istituzioni, dai media di settore a un pubblico sempre più giovane di appassionati. Il weekend ha proposto le offerte delle aziende di attrezzature e abbigliamento per ogni tecnica di pesca ricreativa e sportiva, quelle della nautica da diporto, in particolar modo dedicata alla pesca, un particolare focus sugli itinerari per il turismo alieutico e una ricca proposta di eventi esperienziali, dimostrazioni e prove pratiche di lancio, corsi per tutte le età, specie per i più giovani, con campioni di pesca e non.
Nel Social Media Village, influencer come Andrea Petetta, Luca Quintavalla, Stefano Adami, Nicola Petrucci, Guglielmo De Brasi e Leo Raimondo, Matteo Menichini e Eva Cuccu, Francesco Menotta, Emanuele Poletto, Riccardo Camponovo, Simone Buccomino e Roberto Lancia hanno incontrato dal vivo i loro sostenitori, confrontandosi sui temi più caldi delle varie discipline. A questo spazio si aggiungevano altre aree speciali: l’Acquademo per le prove di lancio e le dimostrazioni dal vivo delle aziende, il Content Hub, luogo di incontro per la community di appassionati, la Sala Tiziano B, spazio per convegni e incontri di formazione. In fiera si è così assistito a dibattiti e convegni organizzati in collaborazione con aziende e scuole di pesca, associazioni nazionali e internazionali come FIPSAS (Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee) CIPS (Confédération internationale de la pêche sportive), EFFTA (European Fishing Tackle & Trade Association), EFFA (European Fly Fishing Association) e con la Regione Veneto.
Tra gli eventi del calendario convegnistico, il percorso verso una restrizione legislativa sull’utilizzo del piombo e della plastica nella pesca sportiva e la presentazione del portale cartografico interattivo della carta ittica regionale del Veneto. Nella giornata di sabato Pescare Show è stato teatro della presentazione delle date dei Mondiali di pesca sportiva che si terranno in Italia nel 2024 e della cerimonia di premiazione degli azzurri che hanno vinto nel 2023 competizioni internazionali FIPSAS, con la consegna di ben 327 medaglie. La fiera ha anche ospitato il quarto corso per guide di pesca organizzato dal media partner H2O Magazine, che ha trattato vari temi – marketing turistico, quadro normativo, nozioni di primo soccorso e ittiologia, tecniche di pesca, corso di fotografia e movimentazione droni a cura di Nikon Italia e DJI Italia – grazie all’intervento di esperti come Luca Castellani, Giorgio Cavatorti, Guido Gualandrini, Massimo Venturi e Simone Ardigò.
Altra novità dell’edizione vicentina di Pescare Show è stata la presenza in fiera del primo concorso fotografico internazionale H2O Photo Contest, Premio Internazionale di fotografia naturalistica e di pesca aperto a tutti gli appassionati di pesca di qualsiasi età e nazionalità, articolato in due categorie: «Paesaggi di fine estate» e «La pesca più emozionante dell’anno». Tutto questo accadeva nel padiglione 7, dove trovavano spazio i numerosi stand della FIPSAS, quelli della nautica, dei kayak (Bolsena Yachting Sport e Big Mama) e delle strumentazioni (Garmin, Humminbird, Loowrance ecc.), oltre ai grandi stand di Trabucco/Rapture e Colmic/Herakles, nonché quelli di Pesca TV/RCS e Italian Fishing TV.
Nel padiglione 1 erano invece ospitati, insieme a numerosi negozi di pesca che hanno come sempre catalizzato l’interesse dei pescatori e ai vari rappresentanti dell’associazione di collezionisti di antiche attrezzature di pesca, gli stand delle aziende specializzate nella pesca a mosca, da Pozzolini a Czech Nymphs, da The Butcher Just Fly Fishing a Pozo’ Fly Fishing, quelli delle varie associazioni di settore e delle realtà inerenti al turismo di pesca, da H2O al grande spazio di Trentino Fishing, posizionato proprio accanto allo stand della nostra rivista. Grande interesse, come sempre, hanno destato le dimostrazioni di lancio tecnico nella casting pool degli esperti di EFFA (European Fly Fishing Association), SIM (Scuola Italiana di Pesca a Mosca), CIPM (Club Italiano Pesca a Mosca), come quelle dei tanti costruttori riuniti sotto il colonnato nello spazio del Fly Tying Experience: Alessandro Belluscio, Stefano Carmagnani, Osvaldo Corn, Marco Feliciani, Michael Grosjean, Théo Guignard, Rupert Harvey, Rok Luštrik, Jackie Mahon, Luigi Mautino, Fulvio Oliva, Javier Peña, Samuele Sicchiero, Tom Sullivan, Sandro Ulisse, Franco Vaccarino.

Chiusa la data vicentina, Pescare Show ha immediatamente messo in moto la macchina organizzativa per il debutto della fiera a Napoli, in programma da venerdì 1 a domenica 3 marzo 2024 alla Mostra d’Oltremare, in località Fuorigrotta. Con l’inedito appuntamento partenopeo, IEG ha offerto agli appassionati del Centro-Sud tre giornate per vivere appieno una delle passioni outdoor più praticate e in cui scoprire le novità del settore: dalle ultime attrezzature utilizzate per le più diffuse tecniche di pesca ai materiali più innovativi, dalla componentistica all’incontro con campioni, influencer e pro staff. Ben collegato e facilmente raggiungibile con i principali mezzi di trasporto, il salone presentava più di 4.200 metri quadrati di spazio espositivo.
Tre le macro-aree espositive: una dedicata ad accessori, strumentazione e abbigliamento per la pesca sportiva, una con le ultime novità nel campo dell’elettronica e delle tecnologie per la pesca nautica, una infine dedicata ai viaggi e agli itinerari di pesca. A queste si aggiungevano le aree speciali: la Casting Pool per le prove di lancio e le dimostrazioni dal vivo delle aziende, il Social Media Corner, luogo di incontro per la community di appassionati con i più noti influencer (Stefano Adami, Cristian Pesc@more, Stefano Bettollini, Simone Buccomino, Mattia Giovannini, Roberto Lancia, Mario Memoli, Matteo Menichini, Nicola Petrucci e Luca Quintavalla) e l’Arena Oltremare, per convegni e incontri di formazione su temi quali tutela del mare e delle risorse ittiche, accessibilità portuale per i pescatori, storie di successi, segreti e tecniche di pesca dei campioni, sicurezza alimentare del pescato. Gli eventi, con la partecipazione di FIPSAS - Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee e della Regione Campania, hanno fatto luce in particolare sulle novità per i pescatori sportivi del territorio. Nel talk «Pesca in acque interne: le azioni messe in campo dalla Regione Campania», Filomena Ruggiero, funzionario UOD Pesca e Acquacoltura Regione Campania, ha illustrato la Carta Ittica e il Piano Ittico Regionale per la tutela e l’incremento dell’ittiofauna delle acque interne, mentre Maurizio Cinque, dirigente UOD Caccia, Pesca e Acquacoltura Regione Campania, ha presentato la nuova legge regionale sulla pesca in acque interne e Anna Cutarelli, ricercatrice Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, ha illustrato il progetto di recupero della trota mediterranea del fiume Sele.
All’Arena Oltremare è stata anche presentata la recente traduzione a cura di Osvaldo Velo del noto volume Mosche galleggianti e come costruirle (Floating Flies and How to Dress Them), del 1886, di Frederick Halford, uno dei più importanti esponenti della pesca a mosca secca moderna, per la casa editrice Ghaleb. Anche a Napoli era presente un’area speciale Fly Tying Experience con vari costruttori di mosche artificiali (Cristian Caruso, Nino Casino, Marco Feliciani, Nicola Forlenza, Paolo Penna, Antonio Sabetta, Nunzio Troisi, Sandro Ulisse), pronti a condividere i loro trucchi e a illustrare le tendenze del momento. Erano state inoltre predisposte vasche di lancio per le dimostrazioni di aziende e associazioni.
In collaborazione con FIPSAS, anche a Napoli Pescare Show ha proposto varie attività per ragazzi e ragazze: entusiasmanti sfide con i simulatori per riprodurre un’uscita di pesca, un laboratorio sulla bioluminescenza marina e tavoli didattici, dove le famiglie hanno potuto realizzare un acquario in 3D da portare a casa. La fiera è stata visitata da alcune scuole del territorio: i bambini dell'Istituto Comprensivo Savio Alfieri di Corso Secondigliano Napoli, dell'Istituto Comprensivo Quasimodo di Pozzuoli e dell'Istituto Omnicomprensivo di Marsicovetere di Potenza, oltre ai ragazzi dell’Associazione Libera Officina 21 22 23. L’inedita sede partenopea è stata apprezzata, oltre che dai visitatori, abituati da sempre a doversi spostare di centinaia di chilometri per poter assistere allo spettacolo di una grande fiera di pesca, dalle aziende partecipanti, che hanno potuto illustrare direttamente le proprie novità a un importante pubblico di appassionati, come ci hanno testimoniato ad esempio allo stand di Utopia Tackle - Seaspin, azienda specializzata in artificiali per il mare, che hanno notoriamente nel meridione d’Italia una consistente fetta di utenti.

Augurandosi che l’esperienza napoletana si possa ripetere anche il prossimo anno, è per ora confermato che nel 2025 il Salone dedicato alla fishing community si terrà al quartiere fieristico di Rimini, nelle date del 7-9 febbraio, per un’edizione che nascerà sotto il segno dell’innovazione grazie anche al rinnovato contributo di partner storici come FIPSAS, ASSO. N.A.T. e Italian Fishing TV.

Vota questo articolo
(0 Voti)