Questo sito utilizza cookies, propri e di terze parti, necessari per il funzionamento dello stesso, per scopi statistici e per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente

Chiudendo questo banner, proseguendo nella navigazione o cliccando su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo

Redazione

Redazione

2/2010

aprile-maggio 2010

La Pesca Mosca e Spinning 2/2010Sommario
Visualizzalo in formato PDF

TECNICA MOSCA

Finestre sull’acqua

di Claudio Carrara

«Il fiume non è mai un’entità costante. Si presenta sempre come una massa in continua evoluzione, un eterno alternarsi di velature e trasparenze, con momenti di incontrollabile potenza e di relativa tranquillità, la cui osservazione e comprensione rappresentano un momento importante e bellissimo della pesca, purtroppo sempre più spesso dimenticato».

TECNICA BASSFISHING

Waking

di Max Mughini

Una tecnica di pesca top water fatta per ‘svegliare’ il bass. Le wake bait di nuova generazione esasperano certe loro caratteristiche per smuovere molta acqua in modo più o meno rumoroso, creando sulla superficie la classica V. Una volta capito il concetto, mol ti sono gli artificiali adattabili...

COSTRUZIONE MOSCA

Nich Fly e Nich Fly suspended

di Fabio Federighi

Frutto della ricerca intelligente e orientata alla pesca di Tullio Niccoli e Simone Chesi, queste mosche per il saltwater raggiungono perfettamente lo scopo che le ha originate, specie nelle situazione in cui le spigole cercano la minutaglia a galla o subito sotto.

ITINERARIO SPINNING MARE

Madagascar

di Alessandro Massari

«L’ambiente non è il solito corallino e chi viene dall’esperienza di realtà come gli atolli maldiviani potrebbe trovarsi spiazzato al primo impatto; qui il menù è a base di roccia con ben poco corallo, le correnti sono forti, figlie di maree importanti e di un fondo terribilmente irregolare».

TECNICA MOSCA SOMMERSA

La ninfa a salire

di Alessandro Sgrani

Comincia con questo articolo una serie di interventi sulle tecniche sommerse di pesca a mosca, descritte con passione e conoscenza tecnica assoluta da un grande esperto dell’argomento. Un mondo spesso poco conosciuto dai moschisti, che lo praticano solo sporadicamente e senza grande dedizione.

TECNICA SPINNING

Marmorate in acque da lucci

di Giorgio Montagna

Talvolta, a causa di particolari fenomeni naturali, si verifica la comparsa – in determinati ecosistemi e durante battute di pesca altrimenti mirate – di pesci che si trovano fuori dal loro naturale habitat. Succede così che si possano catturare marmorate in acque da lucci... e viceversa.

ITINERARIO MOSCA

Lapponia svedese

di Ivano Mongatti

Il resoconto di una breve vacanza di pesca nelle acque nordiche, con il coinvolgimento, obtorto collo, in una importante gara. Ma c’è il tempo anche per pescare temoli in tranquillità nei vasti ambienti che caratterizzano queste latitudini.

TECNICA SPINNING

Flipping e pitching al luccio

di Fabrizio Cerboni

Per venire incontro alle richieste di più di un lettore e per orientare il discorso su un approccio pratico e didascalico, la cosa migliore è far vedere dove si deve pescare. Lo si fa qui in relazione al luccio affrontato in un fiume di media grandezza.

ITINERARIO MOSCA

Dio salvi il re. A pesca nella penisola di Kola

di Antonio Pozzolini

«State tranquilli, non ho niente a che spartire con i monarchici più accaniti, gli abitanti della ‘perfida Albione’, ovvero gli inglesi, se non un colpo di fulmine per la pesca del salmone atlantico, definito da sempre il ‘re’ dei pesci e al vertice delle classifiche di gradimento da parte di tutti i pescatori a mosca benpensanti e rispettosi delle tradizioni».

ABC BASSFISHING

Jig seconda parte

di Stefano Ruggi

Dopo aver analizzato le caratteristiche fisiche del jig nello scorso numero, è la volta di esaminare le principali tecniche per impiegarlo con successo nei vari ambienti e nelle varie situazioni che si possono incontrare. Pitching, flipping, swimming jig, microjig e finesse.

COSTRUZIONE MOSCA

Mosca di maggio

di Agostino Roncallo

Un montaggio con il corpo extended da costruire direttamente sull’amo per arrivare a realizzare un’imitazione di Ephemera, ma volendo anche di un ecdyonuro. Gli esiti della ricerca sui materiali per le ali portano a una scelta precisa, spiegata in dettaglio nel testo.

TECNICA SPINNING

Swim & jerk per il luccio

di Patrizio Fasciani

Due artificiali ideali per insidiare con successo l’esocide in primavera. Due tipologie di esche per le quali il mercato offre sempre nuovi modelli, dalle caratteristiche sempre più performanti. Tutti testati e verificati dall’autore, che ne illustra in dettaglio il movimento in acqua in relazione ai vari tipi di recupero.

ENTOMOLOGIA E COSTRUZIONE

Habrophlebia confusa

di Gigi Pironi

«Trascurata dalla letteratura inglese, la famiglia delle Leptophlebiidae, alla quale l’Habrophlebia confusa appartiene, è certamente da rivalutare, arrivando almeno al livello della considerazione della quale gode presso i pescatori a mosca francesi». Molto interessante in pesca è l’uso della ninfa, per la quale vengono consigliate alcune produttive tecniche. Otto le imitazioni scelte fra le tante proposte dai lettori, alcune davvero di gran pregio.

TECNICA SPINNING ULTRALEGGERO

Trote in acque chiare

di Luciano Cerchi

Consigli e stimoli per vivere con soddisfazione l’esaltante avventura della pesca nelle acque torrentizie in primavera, nel pulsare energico della natura. Tecniche e artificiali per lo spinning ultraleggero, con una nuova proposta di autocostruzione, una via di mezzo tra un pesciolino e un insetto.

1/2010

febbraio-marzo 2010

La Pesca Mosca e Spinning 1/2010Sommario
Visualizzalo in formato PDF

ATTUALITA' MOSCA

XIII Trofeo Bisenzio

a cura della redazione

L’edizione di quest’anno della celebre manifestazione di costruzione ha sollevato unanimi consensi per la splendida organizzazione, per la grande affluenza di appassionati e per lo spirito che ha caratterizzato l’intero evento. La copertina della nostra rivista reca due particolari imitazioni: la cavalletta di Mirko Fantinato, vincitore del Trofeo, qualificatasi anche come miglior terrestrial, e un’interessante e innovativa Ephemera danica di Beppe Casieri, personaggio che è molto presente, a vario titolo, in questo numero.

TECNICA MOSCA

Code: leggere vs pesanti

di Claudio Carrara

Indagine sul ruolo che il peso della coda di topo possiede nell’ambito dell’economia della tecnica di lancio e delle diverse tecniche di pesca. Vantaggi e problemi non riguardano solo l’aspetto tecnico, ma si trasformano spesso in una vera e propria professione di fede, a volte basata su informazioni non troppo corrette.

TECNICA BASSFISHING

Soft shad: work in progress

di Maurizio Manzi

Vittorie molto importanti nei tornei B.A.S.S e FLW negli States ottenute grazie agli shad hanno catalizzato l’attenzione delle aziende produttrici, che hanno cominciato a offrire agli appassionati innumerevoli modelli di forma, movimento e azione diversi.

ITINERARIO MOSCA

I dorado dell’alto Paranà

di Mauro Borselli

La nota acribia analitica di Mauro è rivolta in questo numero all’esperienza di pesca con i dorado nel suo ultimo viaggio transoceanico. Con notazioni molto interessanti sulla ferrata, sulle mosche e sul tipo di amo, nonché naturalmente sulle caratteristiche del luogo di pesca.

TECNICA SPINNING

Crank per il risveglio del luccio

di Patrizio Fasciani

Artificiale quanto mai adatto alla pesca nell’esocide nel momento del suo risveglio, il crank per il luccio deve avere alcune importanti caratteristiche specifiche: solidità, affondamento, volume. Con la presentazione di quattro modelli che non deludono.

TECNICA MOSCA

Evoluzione di una mosca seconda parte

di Ivano Mongatti

Dopo la rievocazione dell’epoca pionieristica sullo scorso numero, siamo giunti agli anni Ot tanta e ai primissimi anni Novanta, ancora in compagnia di Piero Lumini e Lido Mugnaioni e con le mosche del giovane Beppe Casieri, fino al momento in cui appare sulle scene un esordiente Mauro Borselli.

TECNICA SPINNING MARE

Spigola. Quattro chiacchiere in confidenza

di Antonio Varcasia e Mauro Sanna

Tre grandi professionisti della pesca alla spigola sono qui intervistati sulla loro passione, con domande sugli ambienti, le tecniche, le attrezzature, gli assiomi e le credenze, gli approcci mentali, le catture: Alessandro Cottiglia, John Quinlan, Fernando Corvelo.

ITINERARIO MOSCA

Abbiamo parlato con i salmoni

di Fabio Federighi

Questa volta Fabio non parla solo di una costruzione, ma della sua esperienza di pesca ai salmoni atlantici sul fiume Dee in Scozia, dove è molto difficile per un italiano prenotare una beat e dove bisogna fare l’abitudine alle normative locali, una conseguenza della cui applicazione... è di doversi mettere a parlare con i pesci.

TECNICA SPINNING

Persici in verticale

di Giorgio Montagna

Sapevate che potete pescare il persico reale anche a vertical jigging (o quasi?)? Ve lo spiega Giorgio in questo articolo, consigliando tecniche e artificiali per insidiare il pesce non solo con la barca ma anche, seguendo le sue precise indicazioni topografiche relative al lago Maggiore, dalla riva.

ITINERARIO MOSCA

A mosca nel Tronto

di Cesare Traferri

«Frequento il Tronto dal 1980 ed è un corso d’acqua tuttora selvaggio, con scenari mozzafiato. Circa a metà percorso, nei pressi di Trisungo, inizia a scendere verso una gola profonda, fitta di vegetazione; le sponde sono caratterizzate da grandi macigni e l’irruenza dell’acqua produce schiume bianche e piccole cascate. C’è un solo punto accessibile per scendere lungo la gola e occorre molta attenzione».

ITINERARIO SPINNING

Capo Verde

di Andrea Pellegrini

Il resoconto di due appassionanti viaggi – ad aprile e nel successivo luglio – nell’arcipelago africano alla ricerca di grandi prede da vertical jigging, con catture da cardiopalma ed esperienze inebrianti. Una meta non troppo praticata, a sole sei ore di volo dall’Italia.

ENTOMOLOGIA E COSTRUZIONE

Drusus improvisus

di Gigi Pironi

Delle quindici specie italiane di Drusus (tricottero della famiglia delle Limnephiliadae) ben tre sono esclusive del nostro paese e vivono negli Appennini: D. camerinus, D. aprutiensis, D. improvisus. Si differenziano fra loro solo per piccole varianti nelle strutture genitali.

ABC BASSFISHING

Jig prima parte

di Stefano Ruggi

La serie dell’ABC Bassfishing, indirizzata ai più giovani e a chi inizia questa appassionante tecnica, affronta come secondo argomento il jig, uno degli artificiali più catturanti in assoluto. In questa prima parte si parla in particolare delle componenti del jig e del suo abbinamento con i trailer.

TECNICA MOSCA MARE

Pesca ricreativa in mare

di Marco Sammicheli

«Dopo decenni di silenzio stampa, questi mesi propongono un’attività frenetica di tutti i soggetti coinvolti nel settore. Si parla della licenza di pesca in mare e della modifica del tanto discusso regolamento, che è quello nel quale stanno scritte le regole antidiluviane che sono in vigore lungo le nostre coste».

TECNICA SPINNING MARE

Le canne da vertical quarta e ultima parte

di Massimo Sanna

Per concludere il complesso argomento delle canne per il vertical jigging si parla qui della spina e dell’anellatura e degli effetti del diverso tipo di montaggio in relazione al mulinello impiegato, soffermandosi in particolare sul montaggio a spirale.

6/2009

dicembre 2009 - gennaio 2010

La Pesca Mosca e Spinning 6_2009Sommario
Visualizzalo in formato PDF

TECNICA MOSCA

La via del fiume

di Claudio Carrara

Il fiume, i ricordi, la pesca di oggi e di ieri, l’evoluzione avvenuta in seno alle politiche gestionali delle acque in una bella realtà diretta con criteri all’avanguardia, ma anche i gravi pericoli di distruzione che incombono su un ambiente, la Valnerina, nel quale il tempo sembra essersi comunque fermato a molti anni fa.

ITINERARIO SPINNING MARE

Fra i due mari: Stintino

di Antonio Varcasia e Mauro Sanna

I due versanti della pescosissima penisola di Stintino sono molto diversi fra loro a causa dell’esposizione ai venti e della conformazione orografica. Una puntuale descrizione delle coste e dei punti di accesso meno difficoltosi precede la consueta panoramica su esche e attrezzature, a mosca e a spinning.

COSTRUZIONE MOSCA

Snowshoe rabbit feet

di Fabio Federighi

Lo zampetto di lepre artica non è molto usato nel nostro paese, forse a causa della scarsa disponibilità di piume sufficientemente lunghe. Ma una nuova tecnica, illustrata all’autore da un amico olandese, permette di superare il problema e di dar vita a interessanti e inedite costruzioni.

TECNICA SPINNING

Aspi, gelo e nebbie

di Giorgio Montagna

Su un tratto di Po posto poco a valle dell’Isola Serafini, Giorgio ha pescato aspi dalla riva in compagnia di un amico moschista in una giornata tanto fredda quanto suggestiva. Spiega qui quali sono canne, mulinelli e artificiali più adatti per la cattura di un pesce che raggiunge taglie interessanti.

ITINERARIO MOSCA

Il Piave a Perarolo. Il tratto no kill

di Angelo Piller

Un tratto selvaggio, difficile, che può regalare belle soddisfazioni agli amanti del genere. L’autore lo conosce come le sue tasche e fornisce tutte le spiegazioni utili per raggiungerlo e pescarvi al meglio con le diverse tecniche e con le imitazioni giuste nelle varie stagioni.

TECNICA BASSFISHING

Winter maintenance

di Max Mughini

Ormai sono pochi i bassmen che interrompono del tutto la propria attività in inverno, ma in questo periodo c’è sempre un po’ più di tempo a disposizione e un buon modo per utilizzarlo è quello di prendersi amorevole cura dei propri numerosi ‘giocattoli’, dalle ancorette alle barche.

TECNICA MOSCA

Le bollate

di Emanuele Sebellin

Saper riconoscere le bollate è importante nella pesca a mosca, perché aiuta a stabilire con anticipo la strategia da osservare. Con un po’ di esperienza si può infatti riuscire a capire se in un dato momento sta bollando una trota, un temolo, un cavedano e su che tipo di stadio dell’insetto.

VERTICAL JIGGING

Jigging. Tutto da rifare?

di Nicola Zingarelli

Fra il serio e il faceto, Nicola spiega un po’ provocatoriamente che proprio quando riteneva di aver cominciato a capire qualcosa del vertical jigging, molte delle sue certezze sono andate in fumo, alcuni insegnamenti autorevoli sono stati smentiti, certi successi non si sono ripetuti. E allora?

COSTRUZIONE MOSCA

Evoluzione di una mosca - prima parte

di Ivano Mongatti

Dalle mosche di Madame de Chamberet al polipropilene, passando per tanti nuovi materiali e metodi di montaggio. Una cronistoria della costruzione dagli anni Settanta a oggi, da un angolo visuale privilegiato: la realtà toscana.

ITINERARIO MOSCA

I salmoni del Puget Sound

di Pietro Brunelli

Comunemente pescati nei fiumi, i salmoni possono anche regalare inaspettate sorprese se insidiati nelle acque salate delle baie prossime agli estuari. La diffidenza iniziale si potrà anche trasformare in stupore, a patto di mettersi in gioco e accettare la novità e la sfida, sempre disposti a imparare da chi ha qualcosa da insegnarci.

TECNICA SPINNING MARE

Gli ambienti tropicali. Estuary fishing

di Alessandro Massari

Inizia con questo articolo una serie dedicata all’analisi degli ambienti marini che il viaggiatore tropicale può trovarsi di fronte, in destinazioni lontane dall’esperienza quotidiana. E inizia con il tratto finale di un ipotetico fiume dei tropici, risalendo fin dove arrivano normalmente le specie ‘salate’.

5/2009

ottobre-novembre 2009

La Pesca Mosca e Spinning 5-2009Sommario
Visualizzalo in formato PDF

TECNICA MOSCA

In caso di necessità

di Claudio Carrara

«Non si tratta della descrizione dei soliti virtuosismi da lanciatori da ‘vasca’, o peggio ancora di allucinazioni tecnico-dinamiche ideate al solo fine di stupire con effetti speciali. Il lancio descritto in questo articolo – lo switch cast – è stato messo a punto per pescare anche nelle situazioni in cui spesso si preferisce lasciar perdere e passare oltre».

TECNICA BASSFISHING

Jig head e testine piombate

di Max Mughini

Innumerevoli sono le possibilità di utilizzo offerte da jig head e testine piombate – dal tipo di innesco all’abbinamento con l’esca siliconica – per ottenere presentazioni alternative che stimolino l’attacco del bass. Particolarmente interessanti le foto subacquee a corredo dell’articolo.

COSTRUZIONE MOSCA

Peute la brutta

di Fabio Federighi

Creata dal francese Henry Bresson, questa mosca d’insieme non particolarmente imitativa, costruita in piuma di petto di germano, ha uno strabiliante potenziale adescante. Fabio ne illustra brevemente la storia per proporre poi due montaggi e, come di consueto, una serie di varianti sul tema.

ITINERARIO SPINNING MARE

Il golfo di Fonseca

di Mauro Sanna e Antonio Varcasia

Due le alternative di pesca per questo spot dell’America centrale: light da terra e in foce per insidiare cernie, jack e lampughe di piccola taglia; con attrezzatura medio-pesante dalla barca in cerca di grossi jack, roosterfish e vela.

ITINERARIO MOSCA

Arzino

di Ivano Mongatti

«La Val d’Arzino è una poesia del mondo, un canto raccolto nel grembo del Friuli, un’immagine delle origini. È così che nasce il fiume, quasi come un verso dalle labbra del poeta. Sgorga dalla madre roccia e subito salta, salta e salta ancora, di cascata in cascata, spumeggiante e spettacolare già all’inizio del suo corso».

TECNICA BASSFISHING

Deep cranking

di Stefano Ruggi

L’utilizzo dei crank di profondità per sondare strati d’acqua dai 3,5 ai 6 metri (con attrezzature idonee, anche se non necessariamente dedicate) non è ancora molto praticato in Italia. L’autore illustra le varie tecniche di lancio e recupero e presenta le più recenti proposte del mercato.

COSTRUZIONE MOSCA

Stesse mosche anime diverse

di Federico Renzi

«L’uso di materie prime diverse può cambiare profondamente il comportamento in acqua di un artificiale e, se da un lato costringe a compiere diverse prove ed esperimenti al fine di ottenere il risultato desiderato, dall’altro rende possibile ottenere la stessa imitazione che pesca in modi diversi ed è adatta a coprire situazioni diverse».

VERTICAL JIGGING

Le canne da vertical terza parte

di Massimo Sanna

Approfondendo l’esame delle caratteristiche delle canne progettate per il vertical jigging, l’autore spiega gli effetti dei diversi tipi di azione – parabolica e progressiva – sul jerking e fornisce una piccola guida per scegliere l’attrezzo che meglio si adatti alle proprie aspettative.

TECNICA MOSCA

Il bello, il brutto e il cattivo

di Antonio Pozzolini

Cos’è cambiato in quarant’anni di pesca a mosca? Molto, quasi tutto: dai fiumi ai pesci, dalla tecnica alle conoscenze. Una panoramica sulle trasformazioni subite dalla nobile arte della mosca, in meglio e in peggio. Con un bilancio decisamente positivo.

TECNICA SPINNING

Spigole di laguna

di Giorgio Montagna

Recatosi a pescare spigole nella zona di Marano Lagunare in compagnia di Gianni Cozzi, specialista di bass, Giorgio propone due diversi modi di insidiare il pesce, da riva, in questi ambienti: a galla con piccoli artificiali di superficie, più in profondità con le esche siliconiche.

ENTOMOLOGIA E COSTRUZIONE

Heptagenia sulphurea

di Gigi Pironi

Presente in buona parte dell’Appennino da maggio a ottobre con appariscenti schiuse, Heptagenia sulphurea è un’effimera facilmente individuabile grazie al suo colore giallo (donde l’inglese Yellow May Fly).

TECNICA SPINNING

Spinning: attrezzatura e sportività

di Fabrizio Cerboni

Dopo aver parlato del sovradimensionamento dell’attrezzatura in termini di etica sportiva e di filosofia della pesca, Fabrizio affronta qui il tema dal punto di vista prettamente tecnico, con riferimento alla canna, al mulinello, alla lenza e ai finali.

TECNICA MOSCA MARE

Presentazione. L’assetto verticale

di Marco Sammicheli

«Diversi accorgimenti producono diversi risultati in fatto di assetto verticale, ovvero di disposizione in profondità risultante dai diversi gradi di resistenza all’affondamento di tutta la parte dell’attrezzatura che è in acqua, quindi della coda di topo, del finale e della mosca».

TECNICA MOSCA

Spigole al microscopio terza parte

di Mauro Borselli

Giunge a compimento la disamina della pesca a mosca della spigola con l’ultimo approdo delle osservazioni e delle ricerche dell’autore, dalle quali è scaturita la scelta di pescare con piccole imitazioni, nylon molto sottili e code galleggianti leggere. E un nuovo artificiale: l’Hackle Shrimp.

ABC BASSFISHING

Gli inneschi per le esche siliconiche - seconda parte

di Alessandro Debbi

La serie del Bassfishing ABC, dedicata ai giovani e a chi inizia, prosegue con la spiegazione di due inneschi molto in voga negli ultimi tempi, particolarmente adatti all’insidia di bass apatici e in presenza di una pressione di pesca elevata: drop shot e wacky.

TECNICA MOSCA

Lancio. La tradizione americana

di Pietro Brunelli

Una panoramica sulla tecnica di lancio in America, dai grandi nomi della tradizione alle tendenze attuali. I punti fermi e le interpretazioni personali, i libri, le scuole. Con un utilissimo dizionario dei termini più frequenti e una bibliografia essenziale.

4/2009

agosto-settembre 2009

La Pesca Mosca e Spinning 4/2009Sommario
Visualizzalo in formato PDF

ATTUALITA' SPINNING

Shimano spinning 2009-2010

di Antonio Varcasia

Molte le novità al consueto press meeting organizzato da Shimano Italia per presentare il catalogo 2009-10. Si dà qui conto delle nuove attrezzature da spinning, suddivise fra canne e mulinelli.

TECNICA MOSCA

Nel mondo delle emergenti

di Claudio Carrara

«Nell’ordine delle effimere lo stadio di emergente è quello più predato dai pesci che si cibano di insetti nei pressi della superficie, ma è anche quello più difficile da definire e da interpretare, essendo in genere poco conosciuto dalla maggior parte dei pescatori, che spesso lo confondono con lo stadio di subimmagine».

ITINERARIO BASSFISHING

Navallana

di Max Mughini

Il resoconto di un viaggio di pesca in Spagna, sul lago San Rafael de Navallana, dove l’autore riesce ad aver ragione di alcuni splendidi bass, complici le guide Jesus e Cesar e i preziosi consigli di un compagno di barca d’eccezione: Stefano Sammarchi.

ITINERARIO MOSCA

Redfish e black drum sul delta del Mississippi

di Paolo Pacchiarini

Sulle flat della Louisiana si possono insidiare a mosca due validi combattenti: il redfish, più aggressivo e reattivo, e il black drum, più lento e sospettoso. Ottime si sono dimostrate le imitazioni di gamberetto e di granchio dotate di wiggle tail.

ITINERARIO SPINNING

La valle del Lys

di Giorgio Montagna

Invitato da Eugenio Avico sulle acque di una bella riserva in Val d’Aosta, Giorgio ha pescato in sua compagnia praticando uno spinning leggero e alternando diversi tipi di esche per riuscire a catturare le sospettose trote del luogo.

COSTRUZIONE MOSCA

Soft hackles push up

di Ivano Mongatti

Una soluzione per tenere le soft hackles aperte, senza far appiccicare le fibre fra loro. È un appoggio, un sostegno, illustrato qui nella sua declinazione in sette diverse imitazioni e in tre brevi fasi di montaggio.

ITINERARIO SPINNING MARE

Popping alle Maldive

di Alessandro Massari

Terminata la serie sull’autocostruzione, l’autore illustra la sua esperienza di pesca alle Maldive. Ma l’articolo è soprattutto un approfondimento sull’argomento popper, con la presentazione delle varie tipologie utilizzabili in quelle acque.

ITINERARIO MOSCA

Andar per trote e osterie

di Adriano Piazzesi

L’intervento di un grande amante del Friuli, che descrive luoghi noti e meno noti di una regione dove è ancora possibile pescare in tranquillità, frequentando vallate non troppo stravolte dal civile progresso e accompagnando la pratica della pesca con la cultura della buona cucina.

ABC BASSFISHING

Gli inneschi per le esche siliconiche prima parte

di Alessandro Debbi

Inizia in questo numero una serie di articoli riuniti sotto il nome di Bassfishing ABC, dedicati a chi si sta avvicinando a questa splendida discipina e ha difficoltà nel trovare strumenti didattici di base, vista l’alta tecnicità e specializzazione di tutto il settore. Si comincia con gli inneschi delle esche siliconiche e in particolare con due capostipiti come Texas rig e Carolina rig.

COSTRUZIONE MOSCA

Spinner

di Fabio Federighi

«Siamo qui in presenza di insetti allo stadio massimo di etericità, con ali iridescenti e trasparentissime, con corpi snelli, sfilati e lucidi, al contrario delle più grassocce e opache forme dello stadio di subimmagine; i materiali vanno quindi scelti con cura e dosati in giusta maniera, tenendo naturalmente conto del tipo di acque che dovranno reggere».

TECNICA SPINNING

Spinning: attrezzatura e sportività

di Fabrizio Cerboni

Una risposta alle critiche che alcuni lettori hanno rivolto all’autore in merito al presunto sovradimensionamento delle attrezzature impiegate. Il discorso si snoda qui su considerazioni etiche e di sportività.

ENTOMOLOGIA E COSTRUZIONE

Oligoneuriella rhenana

di Gigi Pironi

Ecco un insetto che conoscono davvero in pochi, visto che ormai si trova, in Italia, quasi solo sul Volturno. Ed è un peccato, perché chi ha avuto modo modo di imbattersi anche una sola volta nelle sue gigantesche schiuse non dimentica facilmente l’esperienza.

ITINERARIO BASSFISHING

Bass sota la Madunina

di Maurizio Manzi

Sembra incredibile, ma a pochi minuti dal centro di Milano si trova una cava, magnificamente gestita, dove è possibile fare una sana pescata, magari saltando la pausa pranzo o rinunciando all’abitudine dell’happy hour. È il Pianeta Verde, dove si possono inisidiare con le più svariate tecniche bei bass, ma non solo.

TECNICA MOSCA

Spigole al microscopio seconda parte

di Mauro Borselli

Dopo una rapida rassegna delle imitazioni tradizionalmente impiegate nella pesca della spigola, Mauro illustra una particolare tecnica che ricorre a una innovativa concezione del modo di vedere questa pesca, più simile a quella della trota, e che richiede approcci, tecniche e artificiali diversi.

ITINERARIO SPINNING MARE

Mauritius

di Enrico Ghedini

Non tutti sanno che il giant trevally ha, oltre alle Maldive e all’Australia, un altro areale di diffusione molto interessante per il pescatore: le Mauritius, dove l’autore ha avuto modo di praticare un tipo di pesca di ricerca piuttosto ‘selvaggio’, a bordo di piccoli scafi che solcano sapientemente le onde.

COSTRUZIONE MOSCA

Hydropsyche

di Nadica e Igor Stancev

Questi tricotteri non costruiscono i tipici astucci dei loro consimili, ma un semplice riparo, a un’estremità del quale si apre una sorta di rete che cattura detriti e residui vegetali in decomposizione. Vengono proposte qui due imitazioni dello stadio di larva, una statica, una di movimento.

3/2009

giugno-luglio 2009

La Pesca Mosca e Spinning 3/2009Sommario
Visualizzalo in formato PDF

ITINERARIO SPINNING MARE

Bijagos. Light tackle nell’Eden

di Nicola Zingarelli

Questa volta Nicola accompagna i suoi ospiti a pesca in Guinea Bissau, alla ricerca di jack, cubere, spanish mackerel ecc., con un’attrezzatura leggera, la stessa che può essere impiegata con successo nel Mediterraneo. Il luogo offre panorami indimenticabili.

TECNICA MOSCA

Posologia, controindicazioni, effetti collaterali

di Claudio Carrara

Non trattandosi del bugiardino di un farmaco da consultare attentamente perché acquistato senza ricetta medica, non può che essere un codice di informazioni inerenti il mondo della pesca a mosca. Un modo per venire in aiuto a coloro che, contagiati dal virus, provano a sopravvivere in questa intricata e pericolosa giungla.

TECNICA BASSFISHING

Creature

di Stefano Ruggi

Un aggiornamento sul mondo delle freak bait, così gradite all’onnivoro bass. Inneschi, piombi, tecniche e nuovi modelli per riempire le proprie scatole con artificiali da provare in svariate occasioni lungo l’arco dell’anno.

COSTRUZIONE MOSCA

Mayfly Body Foam seconda parte

di Fabio Federighi

Si conclude il discorso sui corpi in foam delle grosse effimere. Vengono qui proposti altri due montaggi di addomi, una seconda mosca di maggio completa e altre tre possibili varianti.

ITINERARIO SPINNING MARE

Sotto lo sguardo del gurturju

di Mauro Sanna e Antonio Varcasia

Quaranta chilometri di scogliere a picco sul mare inframezzate da calette sabbiose, spiagge di ciottoli e punte rocciose inespugnabili: è il tratto di costa vicino a Bosa Marina, in Sardegna, minuziosamente raccontato da chi ci pesca molto, molto spesso.

OPINIONE MOSCA

L’anima di un fiume

di Ivano Mongatti

Sono quindici anni che è cominciata l’esperienza di gestione del Trogola e del Ceppeta (che diviene poi Bisenzio) da parte del Prato Mosca Club. È il momento per fare un bilancio e descrivere i risultati, più che incoraggianti, ottenuti.

TECNICA SPINNING

Lucci e soft plastic baits seconda parte

di Fabrizio Cerboni

Tocca questa volta a plastic shad, soft swimbait, plastic worm e plastic snake. L’autore continua a proporre le proprie esperienze di pesca da terra del luccio con i siliconici, consigliando forme, colori, dimensioni, inneschi, recuperi e presentazioni per ogni categoria di artificiali.

TECNICA MOSCA

Spigole al microscopio prima parte

di Mauro Borselli

Dopo numerosi anni di pesca a mosca della spigola, Mauro ha ritenuto di poter dare una forma più compiuta e sistematica alle proprie osservazioni. Precisate alcune note sull’importanza di concentrare le uscite di pesca, si occupa dell’attrezzatura più idonea.

TECNICA BASSFISHING

Jon boat vs bass boat

di Max Mughini

Facendo seguito al recente articolo sul belly boat, l’autore si occupa qui delle differenze fra i due tipi di imbarcazione, illustrando la customizzazione completa effettuata sul proprio mezzo, visibile nella serie televisiva «Bass Zone».

ENTOMOLOGIA E COSTRUZIONE

Isoperla grammatica

di Gigi Pironi

Dotata di una vivace colorazione gialla, che ha dato origine al nome con cui è conosciuta in ambito inglese – Yellow Sally – Isoperla grammatica è un plecottero piuttosto importante per i pescatori a mosca.

TECNICA SPINNING

Jack e snook tra le mangrovie

di Giorgio Montagna

Tutti gli artificiali che hanno aiutato Giorgio e i suoi amici di viaggio ad avere successo nelle loro uscite di pesca a Cuba a caccia di jack e snook, nei difficili ambienti dominati dalla mangrovia, avida catturatrice di artificiali.

TECNICA MOSCA

Halford e la rivoluzione della pesca a mosca - seconda parte

di Federico Renzi

Federico conclude l’esposizione del suo pensiero sull’importanza dell’eredità lasciata da Halford ai pescatori a mosca di oggi. Anche questo articolo è illustrato con le foto di alcune rare mosche originali, questa volta di grosse effimere.

VERTICAL JIGGING

Le canne da vertical seconda parte

di Massimo Sanna

Nel vertical jigging è fondamentale il controllo della sensibilità tattile garantita dalla canna, ovvero il controllo del flusso di in - formazioni in ingresso (in termini di vibrazioni) e in uscita (jerking). È la base su cui decidere se scegliere un attrezzo rigido o elastico, parabolico o progressivo.

TECNICA MOSCA

Finali

Antonio Pozzolini

Dedicato a chi inizia, ma non solo, questo excursus sui finali riassume il tema tecnico e dà le indicazioni fondamentali per comprendere le differenze fra le varie ricette e scegliere fra le varie tipologie disponibili.

AUTOCOSTRUZIONE SPINNING

Esche ibride

di Alessandro Massari

Con gli artificiali proposti in questo numero termina la serie dedicata dall’autore all’autocostruzione. Chi volesse, naturalmente, può continuare a contattarlo sull’argomento mediante e-mail, anche se i suoi prossimi articoli verteranno su altri temi.

2/2009

aprile-maggio 2009

La Pesca Mosca e Spinning 2/2009Sommario
Visualizzalo in formato PDF

TECNICA MOSCA

Anatomia del rifiuto

di Claudio Carrara

«Un tentativo di analizzare l’insieme dei fat tori che portano la trota a rifiutare o a ignorare frequentemente i nostri artificiali, al fine di comprenderne le motivazioni e correggere le nostre strategie, soprattutto quando abbiamo l’apparente percezione che tutto è stato fatto nel modo migliore».

ATTUALITA' BASSFISHING

Diario di viaggio

di Paolo Vannini

Ecco un graditissimo ritorno, dopo quasi due anni di pausa. Ed è ancora nel Giappone, non solo dal punto di vista della pesca e del suo mercato, che Paolo trova lo stimolo per ricominciare a scrivere, raccontando le esperienze vissute in occasione del grande show di Osaka 2009.

COSTRUZIONE MOSCA

Mayfly Body Foam prima parte

di Fabio Federighi

Protagonisti di questa serie di due articoli sono i corpi in foam (materiale che «non galleggia ma non affonda») delle grosse effimere. Nella prima parte vengono proposti un primo montaggio di corpo e una prima mosca di maggio, oltre a due varianti.

ITINERARIO SPINNING MARE

La voce del vento. A caccia di sea trout sul Rio Grande

di Antonio Varcasia

Antonio si è sposato e ha scelto la Terra del Fuoco per il suo viaggio di nozze... Nonostante i buoni propositi, alla fine si è concesso un periodo di pesca in un bel lodge che gestisce un tratto del Rio Grande dove si possono insidiare, a mosca e a spinning, notevoli sea trout e belle brown.

TECNICA MOSCA

Halford e la rivoluzione della pesca a mosca

di Federico Renzi

Oggi più che mai, secondo l’autore, c’è un grande bisogno di riscoprire l’essenza profonda della pesca a mosca. E chi meglio di F.M. Halford può illuminare il percorso? L’articolo è illustrato con le foto di alcune rare mosche originali della serie (nn. 7-33) commercializzata da Hardy e dei relativi cataloghi.

TECNICA SPINNING

Lucci e soft plastic baits - prima parte

di Fabrizio Cerboni

Grub, soft jerkbait e tube jig. Per ogni categoria l’autore indica le sue esperienze di pesca da terra del luccio, consigliando forme, dimensioni, inneschi, recuperi e presentazioni, oltre a illustrare nelle foto alcuni modelli vecchi e nuovi di sicura efficacia.

TECNICA MOSCA

Stimulators. Quando la calma è troppo piatta

di Pietro Brunelli

«Ci sono situazioni sul fiume che vanno al di là del ‘poco stimolante’: l’afa estiva o il freddo invernale, un brusco abbassamento delle temperature e la nostra giornata di pesca rischia di trasformarsi in una noia improduttiva ». Una possibilità, in questi casi, è quella di ricorrere agli stimulator.

TECNICA SPINNING

Trote e senza paletta

di Giorgio Montagna

Dopo aver parlato in passato delle potenzialità dei minnow lipless nei confronti dei cavedani di lago, Giorgio illustra qui le loro virtù nella pesca dei salmonidi, anche in relazione a una recente e produttiva giornata trascorsa sul Ticino piemontese.

ITINERARIO MOSCA

Martha’s Vineyard

di Alberto Salvini e Marica Cicoria

L’isola protagonista di questo articolo è nota per il ‘Derby’ che vi si tiene fra settembre e ottobre, evento di enorme portata per la pesca americana. Ma Martha’s Vineyard, da maggio a ottobre, offre anche la possibilità di pescare false albacore, striped bass, blue fish, bonito e spanish mackerel in luoghi, oltre che stupendi, molto facili da raggiungere.

ITINERARIO BASSFISHING

A caccia di bass sul Lake Norman

di Alessandro Debbi

Ancora un luogo americano noto per essere un fantastico campo di gara, in grado di offrire enormi soddisfazioni e piacevoli giornate ai pescatori di bass e di spotted bass che vi si vogliano recare. Qui l’autore si avvicinò davvero molto a un sogno...

ENTOMOLOGIA E COSTRUZIONE

Epeorus assimilis

di Gigi Pironi

Effimera di dimensioni medio-grandi appartenente alla famiglia delle Heptageniidae, Epeorus assimilis vive in ambienti caratterizzati da corrente veloce e substrato roccioso o pietroso, dalla collina ai 2000 metri.

VERTICAL JIGGING

Le canne da vertical prima parte

di Massimo Sanna

Per l’autore, nel vertical jigging la canna è l’attrezzo più importante, funzionando da ‘trasduttore’ nel delicato collegamento uomo- pesce che nella pratica di questa tecnica ha un ruolo così rilevante. Un’utile sintesi dei parametri di classificazione delle canne da vertical introduce alla puntata successiva.

TECNICA MOSCA MARE

Presentazione. La scuola del surf

di Marco Sammicheli

«La frangenza valorizza le peculiarità tecniche della pesca a mosca che permettono di affrontare la forza degli elementi con leggerezza e naturalezza. Il controllo della presentazione affranca la cattura dalla causalità dell’incontro con il pesce, rendendola frutto delle scelte tecniche con le quali si interpretano le condizioni di pesca».

TECNICA SPINNING

Dopo la ferrata seconda parte

di Americo Rocchi

Continua e termina l’analisi dei ‘rimedi’ alla perdita del luccio dopo la ferrata. Si parla qui di presa opercolare e guadino, di ami, moschettoni e split ring, di salto opposto e salto laterale, di cavetti.

COSTRUZIONE MOSCA

Bibio marci

di Nadica e Igor Stancev

Prende il nome da San Marco questo dittero che, in quantitativi spesso enormi, compare alla fine di aprile scatenando l’aggressività delle trote. Gli autori propongono un’imitazione più realistica di quella classica, risalente agli anni Cinquanta, del maggiore Charles Roberts.

AUTOCOSTRUZIONE SPINNING

Crankbait

di Alessandro Massari

Artificiale immancabile nelle scatole degli appassionati, il crank ha conosciuto un’evoluzione che gli ha fatto cambiare spesso forma. Il modello qui proposto è un ‘flatside’ molto indicato a inizio stagione per la pesca del bass, ma vengono date anche indicazioni per la realizzazione di una versione bombata.