Questo sito utilizza cookies, propri e di terze parti, necessari per il funzionamento dello stesso, per scopi statistici e per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente

Chiudendo questo banner, proseguendo nella navigazione o cliccando su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo
 

Redazione

Redazione

1/2022

Febbraio-Marzo 2022

la pesca mosca e spinning copertina rivista 2022 1” class=Sommario
Visualizzalo in formato PDF

ATTUALITA’ MOSCA

FLY TYING EXPERIENCE 2021

a cura della redazione

Uno dei principali poli di attrazione per il settore mosca dell’edizione 2021 del Pescare Show di Vicenza è stato il Fly Tying Experience, ai cui tavoli i numerosi costruttori hanno intrattenuto il pubblico con le loro creazioni e i loro consigli.

TECNICA AREA TROUT

SPOON

di Fabio Franchini

Nascita ed evoluzione del Trout Area sono legate alla famiglia degli spoon. In questo articolo, dopo averne esaminato le caratteristiche, se ne spiega l’utilizzo nelle tre fasi classiche di una competizione. Con il punto di vista di tre noti garisti.

TECNICA MOSCA

IL CONTROLLO DEL LOOP

di Massimo Magliocco

«Si può definire un buon loop quello che unisce due porzioni di coda – quella superiore e quella inferiore – in modo parallelo, cercando di realizzare il disegno più stretto possibile. Tutto ciò ha come risultato la velocità e la precisione». Gli errori, le loro cause, le soluzioni.

TECNICA SPINNING

APERTURA SULL’ADIGE

del Team Esosi

Quest’anno i tre componenti del Team Esosi faranno l’apertura sull’Adige, nella zona C del­l’A.P.D.V., nel tratto dal confine col Veneto alla diga di Ala. Qualcuno andrà all’alba, qualcuno più tardi, con esche solo in parti coincidenti. Ecco un’anteprima delle loro strategie di pesca.

COSTRUZIONE MOSCA

CON TRE AGHI

di Pierangelo Grillo

Colpito dal montaggio parachute di alcune mosche di Angelo Rosorani e dopo avergliele viste costruire a un Trofeo Bisenzio, l’autore ha cercato di trovare un suo modo per realizzarle, facendo ricorso a uno strumento particolare e usando hackle miscelate di gallo pardo e capriolo.

TECNICA SPINNING

OBIETTIVO LECCIA. FRA DESERTO E OCEANO

di Giacomo Capresi e Guglielmo Ciregia

Alla perenne ricerca di qualche luogo ove insidiare grosse lecce, Giacomo e Guglielmo sono approdati sulle sponde del Marocco, sulla costa atlantica del Sahara occidentale, nella zona di Dakhla, dove si trovano esemplari fantastici.

COSTRUZIONE MOSCA

TUBE FLY SENZA PAURA

di Armando Quazzo

L’autore propone uno streamer di dimensioni ridotte che ha dimostrato di essere efficace con le trote più diffidenti dei fiumi glaciali delle Alpi. Molto facile e rapido da costruire, elimina la paura di agganciarlo sul fondo, consentendo di usarlo nella maniera più audace...

TECNICA SPINNING

FANTASMI IN FOCE

di Davide Lugato

La ricerca della spigola nel magico ambiente della foce costituisce uno dei tipi di pesca più gratificanti. L’autore spiega le caratteristiche proprie di questo ambiente e chiarisce il ruolo delle ‘interruzioni’. Si parla anche approfonditamente di attrezzature e di artificiali specifici.

TECNICA MOSCA

FLASH FLIES PROJECT

di Mauro Borselli

Mauro racconta la genesi e l’evoluzione del progetto che lo ha portato, insieme all’azienda produttrice del materiale, a creare le sue Flash Flies, ideali per il luccio, il lucioperca, l’hucho, il siluro e altri pesci d’acqua dolce, ma anche per barracuda, tarpon e blue shark.

TECNICA SPINNING

IL TARO A PIANE DI CARNIGLIA

Giorgio Montagna

Noto soprattutto per le cheppie, il Taro riserva molti altri motivi di interesse. Nel suo tratto alto, si trova una zona torrentizia nella quale è possibile insidiare belle trote fario e vaironi. Giorgio dà indicazioni sia per il periodo dell’apertura che per quello successivo.

COSTRUZIONE MOSCA

TORRENTE, MARZO

di Ivano Mongatti

La nuova serie dedicata alle ‘situazioni di pesca’ è inaugurata dal torrente appenninico nel periodo di marzo. Al racconto delle esperienze di Ivano e delle mosche che impiega, fanno riscontro le visioni degli altri costruttori della rivista e le versioni dei concorrenti del contest.

AUTOCOSTRUZIONE SPINNING

SHAD DA 4” PER il LUCIOPERCA

di Paolo Pinzauti

Lo shad presentato nell’articolo, essendo destinato al perca, utilizza una miscela siliconica più dura rispetto a quella tradizionale. Ha poi la coda suddivisa in dieci segmenti e finisce con il paddle inclinato all’esterno. Magra come previsto la risposta dei lettori...

Lo scorso ottobre per la prima volta nella storia dell’Europa è stato lanciato un programma per rinaturalizzare i fiumi rimuovendone gli sbarramenti. I fiumi europei sono i più frammentati del mondo, causando la perdita di habitat di molte specie; una delle maggiori cause della frammentazione è la presenza di sbarramenti costruiti dall’uomo, la cui rimozione è una soluzione relativamente economica e rapida per ridare continuità ai fiumi.

I cambiamenti climatici hanno un effetto diretto sia sugli ambienti umidi sia sul settore della pesca ricreativa, causando cambiamenti nella distribuzione delle popolazioni ittiche, eventi meteorologici estremi, cambi nel deflusso dei fiumi, aumento delle temperature ecc. Il settore è particolarmente attivo con progetti di mitigazione di questi impatti, ma un’adeguata politica europea, con finanziamenti e ricerca, è cruciale per sostenere l’adattamento del settore stesso.

6/2021

Dicembre 2021 - Gennaio 2022

la pesca mosca e spinning copertina rivista 2021 6” class=Sommario
Visualizzalo in formato PDF

TECNICA MOSCA

DINAMICHE LIQUIDE

di Massimo Magliocco

Torrenti e risorgive possiedono una vitalità legata alle correnti e alle velocità da queste generate. Saper riconoscere quelle più importanti e saperle sconfiggere rappresenta l’obiettivo primario per essere in grado di ‘comandare’ in acqua.

TECNICA SPINNING MARE

KAYAK EGING. UN MONDO DA SCOPRIRE

di Danilo ZZ Serreli

Tecniche di ricerca, tecniche statiche, pesca in verticale e traina: non ci sono limiti alle possibilità del kayak fishing nella ricerca dei cefalopodi, grazie anche alla propulsione a pedali bidirezionale. Approcci e tecniche migliori.

COSTRUZIONE MOSCA

RED ANT

di Armando Quazzo

Nata come sommersa e indicata da Cotton come mosca da trota per il mese di giugno, la Red Ant si è poi trasformata in secca nel Novecento e poi in mosca da steelhead negli anni Quaranta. Ed è in questa versione, adattata alle acque e ai pesci nostrani, che viene qui proposta.

TECNICA SPINNING

I SILURI DEL MAGGIORE

di Giorgio Montagna

Luoghi, tecniche, attrezzature, artificiali e montature per riuscire a catturare i siluri fra i cinque e i quindici chili che da qualche tempo si vedono sempre più spesso nelle acque del lago Maggiore. Pronti ad affrontare gli attacchi di eventuali lucci e lucioperca.

ATTUALITA’ MOSCA

GRAYLING TROPHY 2021

a cura della redazione

Dalla collaborazione fra Alberto Gargantini e Massimo Ginanneschi è nata la formula del primo Grayling Trophy, disputatosi a metà ottobre nelle acque di Drava, Möll e Gail gestite dall’Aktiv Hotel, ben popolate di timallidi, e sui tavoli dello stesso per la costruzione delle relative mosche

TECNICA SPINNING

BASS & JERK

di Giacomo Capresi

Anche in questo articolo Giacomo presenta l’originale frutto delle proprie osservazioni e delle conseguenti esperienze, qui relative all’insidia dei bass di stagione con i jerk, meglio se suspending e con effetto wobbling, nelle piccole e medie cave come in grandi laghi quali il Trasimeno.

COSTRUZIONE MOSCA

RITORNO AL PASSATO 2

di Stelio Di Manno

Seconda e ultima parte dell’articolo nel quale l’autore presenta le mosche che gli sono più care e che ha ricominciato a costruire secondo i concetti seguiti dai grandi maestri del fly tying italiano, per sfoltire di materiali le imitazioni e per donare loro movimento e galleggiabilità

TECNICA SPINNING

SPINFLY D.B.S. 10 ANNI DOPO

di Renzo Della Valle

«Sono ormai passati dieci anni da quando le prime mosche secche da spinfly D.B.S. toccarono l’acqua e cominciarono a catturare trote, salmerini, cavedani, persino temoli, tutte prede che fino ad allora erano state appannaggio del fly fishing».

COSTRUZIONE MOSCA

LARVA DI HYDROPSYCHE

di Marco Naldi

Fra i diversi tipi di mosche utilizzabili in risorgiva, non bisogna dimenticare la grande popolazione di Rhyacophile e di Hydropsyche che popola i fondali: sono proprio queste ultime le imitazioni che l’autore usa di più e di una delle quali propone qui le fasi costruttive.

TECNICA SPINNING

CARDINAL FOREVER

di Andrea Ottonello

Si sta oggi assistendo all’utilizzo in pesca di alcuni grandi mulinelli del passato, fra i quali i mitici Abu Cardinal 33. L’autore spiega come è possibili donare loro nuova vita con una semplice manutenzione o implementando in essi alcuni nuovi pezzi, appositamente realizzati.

COSTRUZIONE MOSCA

DECEIVER

di Ivano Mongatti

Ideata da Left Kreh per ottenere una mosca featherwing le cui code non si attorcigliassero sotto la curvatura dell’amo, la Deceiver riscosse immediato successo ed è oggi costruita in varie modalità e con molti materiali diversi per la pesca in mare e del luccio in acqua dolce.

AUTOCOSTRUZIONE SPINNING

ROTANTE PER LA TROTA

di Davide Bossini

Diciassette rotanti autocostruiti: un record per questa serie di articoli. D’altronde, stiamo parlando dell’esca che ha incarnato per anni l’idea stessa di artificiale, rappresentando la tecnica principe della pesca a spinning, in particolare per l’insidia della trota in torrente.

5/2021

Ottobre-Novembre 2021

la pesca mosca e spinning copertina rivista 2021 5” class=Sommario
Visualizzalo in formato PDF

TECNICA MOSCA

RISORGIVE A SECCA

di Massimo Magliocco

Pescare a secca in risorgiva è impegnativo sia per la scelta dell’artificiale, sia per la tecnica da utilizzare al fine di combattere i dragaggi, che in acque decisamente ‘compatte’ e dall’andamento costante come queste diventano terribilmente ostici da sconfiggere.

TECNICA SPINNING MARE

LECCIA AMIA. UN SOGNO CON LE PINNE

di Davide Bellosia

Pesce fra i più ambiti dagli spinner del Mediterraneo, la leccia amia è un pesce potente, che richiede artificiali e attrezzature ben precisi, oltre a una dettagliata conoscenza della sua morfologia e delle sue abitudini.

COSTRUZIONE MOSCA

RITORNO AL PASSATO

di Stelio Di Manno

«Dopo trent’anni di studio di entomologia e di ricerca dei materiali per realizzare mosche perfette, mi sono accorto che negli ultimi tempi finisco per usare le stesse mosche che mi venivano male quando ero un costruttore principiante». Dodici mosche da avere sempre con sé.

TECNICA SPINNING

LUNATICHE SPIGOLE

di Giacomo Capresi e Guglielmo Ciregia

Una serie di indicazioni sulla pesca della spigola diverse e ulteriori rispetto a quelle che capita di leggere più comunemente. Dall’importanza fondamentale della conoscenza delle fasi solunari alle opportunità di cattura con mare calmo in foce.

TECNICA MOSCA

TI SEI DIVERTITO?

di Ivano Mongatti

«Vedo sempre meno ecosistemi fluviali degni di tale nome, corsi d’acqua sempre meno in forma, sempre meno veri, non vedo più le schiuse degli insetti, che venti anni fa erano quotidiane. I miei amici mi prendono in giro, perché dicono che ormai pesco con il sorriso solo a Los Roques...».

TECNICA SPINNING

VAMPIRI AUTUNNALI

di Renzo Della Valle

Dopo un’estate passata a cacciare di notte, con l’accorciarsi delle giornate e l’abbassamento della temperatura il lucioperca esce allo scoperto anche di giorno: anzi, più l’acqua si raffredda, più diventa aggressivo negli orari centrali. Hard e softbait migliori per la stagione.

ITINERARIO MOSCA

L’AUTUNNO DELL’ADDA

di Alessandro Belluscio

L’autunno per l’Adda è un periodo magico: l’acqua perde quella velatura biancastra che distrae dall’azione di pesca, si torna a pescare in modo tecnico trovando il pesce a varie profondità, gli insetti schiudono di nuovo a orari piacevoli. E poi, è la stagione dei temoli!

ITINERARIO SPINNING

LO STRETTO DI MESSINA

di Antonio Lo Presti

Nella costa siciliana, lo spot più proficuo dello Stretto è quello della ‘Lanterna’, una porzione di spiaggia ricca di fascino e caratterizzata da corrente molto sostenuta, in grado di regalare catture di tutto rispetto, fra le quali barracuda mediterranei, palamite e tonnetti alletterati.

TECNICA MOSCA

SALMONI DI FINE STAGIONE

di Armando Quazzo

Se il momento migliore per la pesca del salmone è quello della risalita, buone occasioni si possono cogliere anche a fine stagione, facendo attenzione alle precipitazioni, ai livelli del fiume e alle previsioni di riduzione/incremento del­la produzione idroelettrica nei fiumi regimati.

TECNICA SPINNING

ASPI OVUNQUE

di Giorgio Montagna

L’autunno per l’Adda è un periodo magico: l’acqua perde quella velatura bianOggi l’aspio, oltre al Po, è ben distribuito in molti fiumi del Nord, quali l’Adda, il Ticino e il Taro parmense, come anche nel Mantovano. Molti lanciatori si sono così abituati a insidiare questo carnivoro, che risponde bene a un’infinita serie di artificiali.

TECNICA MOSCA E SPINNING

ACCOPPIATA VINCENTE

di Emmanuel Crosa

Vedere un pescatore a mosca e uno a spinning pescare e muoversi sulle sponde di laghi e fiumi spalla a spalla non è più raro come un tempo. L’autore si sofferma sulla condivisione dell’azione di pesca tra le due tecniche, illustrandone pregi e difficoltà.

COSTRUZIONE MOSCA

TUBE FLY

di Fabio Federighi

Molto usate per la pesca del salmone e in tempi recenti anche per quella del luccio, le tube fly consentono di montare ami piccoli su mosche anche molto grandi, nonché di poterli sostituire con estrema facilità. Storia, materiali, tipologie, impiego.

AUTOCOSTRUZIONE SPINNING

DUE POPPER PER IL CAVEDANO

di Simone Marchetti e Pierdomenico Salotti

La pesca del cavedano con esche di superficie è senz’altro quella più emozionante. Vengono in genere impiegati piccoli popper, intorno ai 3,5 cm in acque cristalline e ai 5 cm in acque velate, variando le tecniche di recupero. Gli autori presentano qui entrambi i modelli.

Non saranno stati in pochi a notarlo, almeno tra chi si dedica qualche volta alla pesca del tonno. A differenza di quanto è accaduto negli ultimi anni, le informazioni su quote assegnate, aperture e chiusure, che erano state sempre lanciate con grande enfasi, sono sembrate rarefarsi se non scomparire completamente dai tam tam sulla rete. Sarà un segno dei tempi di restrizioni sanitarie, ma sembra anche essere specchio di una tendenza generale, interrotta solo sporadicamente per cause di forza maggiore, come ad esempio è stato ultimamente il caso delle barricate contro le limitazioni alle immissioni di alloctoni nelle acque interne. Per il resto si direbbe che sia già abbastanza poter andare a pesca. Se vale per i pescatori singoli, non può che farlo anche per quelli organizzati, che meritano una pausa dalle arrabbiature per ritemprarsi sull’acqua. Passata l’estate si è pronti a ripartire, con una certa ostentazione di moderato ottimismo, che significa continuità, il che va detto che un po’ preoccupa.

Lunedì 21 giugno, nel giorno del solstizio d’estate, i pescatori a mosca hanno festeggiato la prima edizione della giornata mondiale della pesca a mosca – WFF Day –, che è stata istituita dalla Scuola Italiana di pesca a mosca – SIM – insieme alla GAIA - Game Angling Instructors Association del Regno Unito e Fly Fish USA per celebrare la pesca a mosca e i suoi valori etici ed ambientali e promuovere iniziative culturali e di diffusione della pesca a mosca anche al di fuori del mondo dei pescatori.