Questo sito utilizza cookies, propri e di terze parti, necessari per il funzionamento dello stesso, per scopi statistici e per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente

Chiudendo questo banner, proseguendo nella navigazione o cliccando su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo
 

Redazione

Redazione

La storia percorre spesso sentieri tortuosi e opachi che solo nel tempo rivelano la loro positività complessiva. Di rado però accadono fatti luminosi, tali da far pensare che abbia trovato una scorciatoia diretta e inattesa. Uno di essi si è verificato nella piccola storia che anche la pesca sportivo-ricreativa ha: la Regione Veneto ha adottato un regolamento, peraltro esteso alla pesca professionale, che comporta fra l’altro il divieto di pesca con pesce vivo e di trattenimento di luccio e trota marmorata, compresi i relativi ibridi.

Giovedì 17 ottobre si è tenuta a Rivoli (TO) un’interessante serata a tema con presentazione del prof. Stefano Fenoglio che, con il supporto di Marco Baltieri, ha illustrato in maniera molto chiara e fruibile le problematiche globali e i ‘falsi miti’ di cattiva gestione locale che stanno creando non pochi problemi quantitativi e qualitativi ai corsi d’acqua. Un grazie sincero per la condivisione di sicuro aiuto, per amare con maggior consapevolezza i nostri magnifici fiumi.

Presso il rinomato ristorante ‘CIS’ di Vaprio d’Adda in provincia di Milano, lo scorso 10 ottobre, con la partecipazione di svariati appassionati di spinning, in particolare interessati alla pesca del salmone Hucho Hucho, si è tenuto un evento aperto a tutti, nel quale l’amico Alessandro Galletti ha esternato consigli e segreti per avere la meglio con gli artificiali alla caccia di questo meraviglioso salmonide, che può notoriamente raggiungere taglie da capogiro.

Domenica 15 settembre 2019, complice una bella giornata di sole, si è svolta nel mare della Versilia la quarta edizione della gara di pesca con artificiali ‘Navigar Pescando’.

Di fatto ad oggi non esistono dati su nessuna delle specie costiere di maggiore importanza per la pesca ricreativa e la previsione di introduzione di un regime di controlli sulla pesca ricreativa nel Mediterraneo è per adesso limitata ad una sola specie in una sola zona di riferimento.

Volendo considerare la riva luogo di esclusività della pesca ricreativa, basta che venga applicata la stessa regola di rispetto di una distanza minima. Idea certamente non risolutiva, che dovrebbe essere modulata a seconda del tipo di costa con una vera e propria zonazione, e che dovrebbe trovare accordo da parte delle Regioni.

6/2019

dicembre 2019 - gennaio 2020

la pesca mosca e spinning copertina rivista 2019 6” class=Sommario
Visualizzalo in formato PDF

TECNICA MOSCA

POCHE MA BUONE

di Massimo Magliocco

Non serve ed è dispersivo avere le scatole portamosche piene di artificiali differenti tra loro. Un buon pescatore a mosca deve saper selezionare quelli che nel tempo hanno dimostrato di coprire la maggior parte delle situazioni che si possono presentare.

TECNICA SPINNING

HARD BAIT PER LA TROUT AREA - seconda parte

di Fabio Franchini

Dopo aver parlato di crankbait e jerkbait nella prima parte dell’articolo, è la volta delle esche per la pesca a top water e a bottom/hard bottom, che richiedono che il pesce si trovi in superficie o al contrario schiacciato sul fondo.

TECNICA E COSTRUZIONE MOSCA

FRANCESCO PALÙ

di Andrea Gasparini e Fabio Federighi

Un articolo a quattro mani sulla vita e la grande arte di Francesco Palù, con riferimento alle sue geniali creazioni e alla determinante lezione per i costruttori italiani: un’eredità da valorizzare e diffondere sempre più, per l’originalissima visione della pesca a mosca che la caratterizza.

TECNICA SPINNING

HUCHO HUCHO E HUCHO TAIMEN

di Alessandro Galletti

Hucho Hucho e Taimen destano un’attenzione sempre maggiore, sia perché possono raggiungere taglie di assoluto rilievo, sia perché sono sfuggenti e difficili da catturare, il che li rende prede ambite anche per i pescatori più esperti e preparati.

ITINERARIO MOSCA

IN MONGOLIA

di Paolo Fortunati

Taimen, lenok e amur nella provincia del Khentii, la terra di Genghis Khan, nella Siberia meridionale, vicino al confine con la Russia. Qui la stagione di pesca dura solo quattro mesi, da giugno a settembre, ma può regalare le emozioni più forti della vita.

TECNICA SPINNING

FAMELICO LUCIOPERCA

di Giorgio Montagna

Una panoramica sugli artificiali e sulle tecniche da impiegare in tutto il corso dell’anno nella pesca del lucioperca, con particolare riferimento alle acqe del nord Italia. Nelle immagini a corredo, una selezione di artificiali che hanno dato buoni risultati con un’apprezzabile costanza.

ITINERARIO MOSCA

TENKARA IN ALTO ADIGE

di Davide Muccino Zarlenga

In concomitanza con l’uscita della nuova serie di «Piacere Tenkara» sul canale Pesca, come tutti gli anni Davide presenta ai nostri lettori un’anteprima degli episodi, questa volta raccontando le esperienze vissute, dopo un’uscita sul Chiampo, sul Rio Sesto, vicino a San Candido.

TECNICA SPINNING

SCELTE RAGIONATE

di Renzo Della Valle

Per effettuare una razionale selezione delle esche da portare con sé nelle uscite di pesca, è bene seguire una regola applicata dai pescatori americani, basata sulla conoscenza delle postazioni da affrontare, sulla localizzazione degli spot e sulla presentazione degli artificiali.

COSTRUZIONE MOSCA

THORAX

di Ivano Mongatti

L’origine del montaggio Thorax in relazione alle osservazioni naturali condotte da Vince Marinaro. Le fasi costruttive nella versione classica proposta dal suo autore nel 1950 e quelle, con alcune modifiche, derivanti dalla ricezione italiana negli Settanta.

AUTOCOSTRUZIONE SPINNING

MICROSPOON PER TROUT AREA

di Davide Bossini

«Dal momento che l’esca principe per la trota è la camola del miele, che viene utilizzata da tutti i pescatori sia in fiume che in lago, ho ritenuto che occorresse ricreare proprio tale camola, rendendola uno spoon specifico per lo spinning».