Questo sito utilizza cookies, propri e di terze parti, necessari per il funzionamento dello stesso, per scopi statistici e per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente

Chiudendo questo banner, proseguendo nella navigazione o cliccando su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo


Moreno Bartoli

Moreno Bartoli

Nato a Lucca nel 1949, qui risiede e ha lavorato come insegnante di Scienze matematiche, chimiche, fisiche e naturali in una scuola media statale. Pesca dal 1959. Ha partecipato a molte gare agonistiche vincendo anche un campionato provinciale di pesca giovanile. Ha pescato in squadra con Carlo Chines sul lago di Vagli. Abbandonato l’agonismo, si è avvicinato alla pesca a mosca ed è riuscito, in breve tempo, a imparare la difficile arte del lancio e della costruzione delle mosche rinnovando completamente il suo modo di intendere la pesca. Una brutta epicondilite al gomito destro lo ha costretto ad abbandonare quella splendida disciplina impedendogli di lanciare correttamente. Se non poteva più lanciare con una canna da mosca, poteva ancora costruire artificiali. L’incontro con un esperto pescatore di trote lo fece diventare un accanito sostenitore della pesca a spinning e le esperienze costruttive di mosche e streamer si trasformarono ben presto in autocostruzione di minnow, popper e spinnerbait.
La sua pesca è ‘monotematica’, se così si può definire. Sceglie, cioè, il tipo di pesce da insidiare e per un lungo periodo non si dedica ad altra creatura ittica. Studia il suo comportamento, l’ambiente in cui vive, la sua alimentazione. Progetta e realizza artificiali con cui insidiare quella specie. Si è dedicato, nell’ordine, alle seguenti specie: cavedano, trota, black bass, persico reale, luccio, spigola, serra, leccia, seppia/totano/calamaro, barracuda, grossi pelagici.
Dal gennaio 2001 al 2008 ha curato la rubrica mensile «Fai Da Te» sulla rivista «Pescare». Partecipa in modo attivo a diversi Forum su Internet dedicati allo spinning sia in acque interne che in mare. Ha realizzato numerosi nuovi modelli di artificiali per la spigola che si sono rivelati molto efficaci. Attualmente è titolare della ditta «Moreno Bartoli Advanced Custom Lures», dove produce gli artificiali Exact Lures e le canne Exact Rod. Famose tra le sue esche la Sibilla, il Mephisto, il Jumperocchio, il Beccaleccia, e tra le sue canne l’Athena e l’Esperia. Nel 2004 ha pubblicato per l’Editoriale Olimpia il Manuale del costruttore di Esche Artificiali

www.morenobartoli.it

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

2012

2/2012    Reggicam
5/2012    Livree olografiche
6/2012    Un gambero per seppie, totani e calamari 

2013

2/2013    Uno snodato per il LRF
3/2013    Eppur si muove
5/2013    Una scommessa difficile

2014

6/2014    Portacanne interno per auto

2015

1/2015    Spinnerbait a paletta singola
2/2015    Rotante tandem
3/2015    Rotante minnow
4/2015    Buzzbait
5/2015    Minnow tradizionali e innovativi
6/2015    Popper

2016

1/2016    Egi
2/2016    Lipless crankbait
3/2016    Walking the dog
4/2016    Granchio Kabura
5/2016    Ondulante da luccio
6/2016    Jig da luccio

2017

1/2017    Propeller bait
2/2017    Skipping lure